Trofeo dei Parchi Naturali 2016

“Stress test” sul Pollino!

,
photo credits ©elpho
7021 visualizzazioni


Da un paio di settimane a questa parte, i sentieri della Pollino Marathon sono stati affollati da gruppetti di ciclisti che, alcuni in piena autonomia, altri in coordinamento con gli organizzatori, hanno ben pensato di testare il percorso e soprattutto se stessi. La temutissima Pollino Marathon, infatti, non permette errori né agli uomini di classifica, né tantomeno a chiunque voglia terminare il percorso.

Ad una settimana dalla manifestazione, e con le condizioni metereologiche non favorevoli, chi ha testato il percorso, nella prova ufficiale del 18 giugno, ha segnalato un po' di problematiche (erba alta, rami sul sentiero) di cui c’è già piena coscienza da parte degli organizzatori i quali assicurano che, durante quest’ultima settimana, gli interventi sul sentiero saranno tali da poter arrivare al 25 notte con la consapevolezza che tutte le strade siano segnalate e pulite per l’indomani.
Alcuni hanno anche segnalato di non gradire molto gli ultimi km eccessivamente tecnici, con single track, curve a gomito e scalini che lasciano poco spazio a chi possa ancora giocarsi la posizione in un duello finale.

Di questo gli organizzatori sono coscienti, ma per ora fanno sapere che è proprio questo il carattere che vogliono dare a questa competizione. Nonostante ciò, in tutti questi anni, ne sono arrivati di suggerimenti e critiche (costruttive e non) e se la Pollino Marathon si è migliorata così tanto è soprattutto grazie a questo, oltre che alla dedizione dei suoi organizzatori.

Rifiniture delle ultime ore a parte, tutto è pronto su tutti i fronti: il soccorso alpino e i volontari, dopo vari incontri e riunioni, sono pronti ad aiutarvi e (speriamo di no) soccorrervi lungo il percorso; i pacchi gara, quest’anno davvero diversi dal solito, aspettano di essere ritirati; il pasta party è stato già definito con le preziosissime collaboratrici dello staff; le tracce gps sono online per chiunque voglia farsi un’idea del tracciato.

In più, quest’anno, per tutta la mattinata di domenica, saranno a disposizione due guide ufficiali del Parco Nazionale del Pollino. Una vi assisterà nella Piazza di Terranova di Pollino, pronta a rispondere a tutte le vostre domande e trasmettervi tutte le informazioni sul Parco, dal 2015 Patrimonio Unesco. Una seconda si dedicherà agli accompagnatori che vorranno seguire i sentieri del percorso e percorrere strade panoramiche nei pressi del paesino. Per chiunque voglia sfruttare questa occasione, gli organizzatori consigliano di darne preavviso e richiedere maggiori info in modo da potersi coordinare al meglio e accontentare tutti.

E se la domenica è rigorosamente in famiglia e i bambini non possono rimanere soli a casa, portateli con voi e fateli divertire nel favoloso mondo di “Pollinolandia”, parco creativo per i più piccoli.

Chiudo l’articolo controllando un’ultima volta gli scritti:  599. Primo ”stress test” quasi superato!


7021 visualizzazioni




Ultimi Aggiornamenti

Sila EPIC: il 25 Agosto la grande sfida
La Sila Epic, giunta alla sua quarta edizione, rappresenta per molti bikers amatori ed agonisti, "LA SFIDA" per eccellenza da affrontare e vincere. In Sila non ci si improvvisa: ci si prepara fisicamente e psicologicamente ad affrontare una delle gare più importanti, dure ed affascinanti del panorama Nazionale.
Granfondo dei Bruzi, vittoria a… marito e moglie
Alla sua quarta edizione, la Granfondo dei Bruzi ha fatto un deciso passo in avanti, dimostrando di essere un vero punto di riferimento per il granfondismo Mtb anche in un mese di apparente stasi come quello di agosto.
Incontenibile Van der Poel: è lui il re di Val di Sole
Chi conosce la Coppa del Mondo di Mountain Bike in Val di Sole sapeva di potersi attendere un fine settimana spettacolare e ricco di fascino, ma quella andata in scena dal 2 al 4 Agosto 2019 è stata un’edizione capace di superare le più rosee aspettative sotto ogni punto di vista – sportivo, tecnico e di pubblico.


Archivio completo »