D'Annunzio Bike

Emanuele Spica vince a Verona la D Annunzio Bike

,



Una favola chiamata ciclismo ma che di nome fa Emanuele Spica. Il palermitano della Rolling Bike vince a Verona la GF D’Annunzio Bike suggestiva gran fondo di mountain Bike sulle rive del lago di Garda di circa 41 Km e un dislivello di circa 1517 metri e si mette alle spalle il tre volte Campione Italiano XCm Yuri Ragnoli della FM Bike Factory Racing e Alexey Medved , due volte Campione Europeo Marathon del Racing Team DMT.

La cronaca della gara
Una prima parte di percorso non molto impegnativo che ha permesso una fuga di 7 ciclisti con in testa proprio Spica, Ragnoli e Medved, ma è nella seconda zona del tracciato, contraddistinta da una lunga salita di mezz’ora, che i tre riuscivano a fare selezione e a continuare l’azione da soli. Verso la fine della salita Medved si staccava e Spica insieme al bresciano Ragnoli si dirigevano verso gli ultimi chilometri che portavano all’arrivo, ma nell’ultimo single track decisivo Spica metteva in mostra anche le sue doti tecniche che gli hanno permesso di togliersi la soddisfazione di vincere una gara di altissimo livello.

Una storia da Amarcord
Una storia che ci riporta dietro negli anni ma che invece è più attuale che mai. Emanuele Spica, bikers di Caccamo in provincia di Palermo, sembra avere trovato la dimensione che gli spetta e che lo proietta tra i grandi del fuoristrada,  concedendosi il lusso di vincere una gara Top Class e di mettersi alle spalle due dei più forti ciclisti d’Europa, che hanno fatto la storia della MTB.

Emanuele Spica
Un ragazzo dai modi gentili, umile che vive di allenamenti e segue alla lettera le indicazione del suo preparatore e procuratore Paolo Alberati: Quella di Emanuele è veramente la storia dell’emigrante con la valigia di cartone impressa nell’immaginario collettivo. Quella di oggi è stata una trasferta non programmata che lui ha voluto fare in autonomia, ma con il permesso della società. Emanuele parte dalla Sicilia per cercare fortuna nel ciclismo importante, dove si corre e si compete con i più forti del circuito nazionale ed internazionale, ed Emanuele merita questa fortuna perchè non gli sta regalando niente nessuno. Con lui c’è Elisa Stodiale – continua un quasi commosso Paolo Alberati – che lo ha aiutato nei rifornimenti e incitato nei momenti più importanti della gara e questi due ragazzi sono un esempio di umiltà, dedizione e rispetto per lo sport. Sono loro la speranza del futuro del nostro ciclismo

Gara vinta con intelligenza tattica
Una vittoria inaspettata ma meritata e vinta con acume tattico, cosi come racconta Spica all’arrivo: Una bellissima gara in un posto meraviglioso. Siamo partiti subito forte io Yuri e Alex, ma sul tratto finale Medved si è staccato e allora ho deciso di rimanere alla ruota di Ragnoli senza prendere l’iniziativa, in quanto lui conosceva bene il percorso avendo già preso parte alle passate edizioni. Negli ultimi chilometri ho visto che avevo più gambe di lui e allora ho deciso di forzare e sono riuscito a portare a casa questa vittoria cosi importante e prestigiosa
 
Emanuele Spica vince a Verona la D Annunzio Bike
2669 visualizzazioni


Ultimi Aggiornamenti

Pollino Bike Festival:sul Pollino tutti pazzi per le due ruote
Una festa per tutti, ricca di incontri, attività, condivisione con un unico filo conduttore: la bicicletta. E' il Pollino Bike Festival, organizzato da Catasta in collaborazione con l'Asd Ciclistica Castrovillari, che per tre giorni animerà l'area attorno al centro turistico e di culture del Parco nazionale del Pollino
La Granfondo dei Bruzi sarà il Campionato Nazionale UISP
La competizione sportiva delle ruotegrasse, valida come 3ª tappa del Circuito Intersud, che comprende ben tre regioni (Basilicata, Calabria e Puglia), sarà anche valevole come prova unica del Campionato Nazionale UISP Mtb 2024
Trinacria Race: un paradiso tutto da scoprire
Avete già preparato le valigie per il weekend del 2 giugno? Che siate pro o master, la Sicilia vi aspetta tutti a braccia aperte, con il suo proverbiale calore
A Letojanni sarà una grande gara
La gara più attesa dell'anno è alle porte. Quindici i giorni che ci separano dal Campionato Italiano MTB Marathon. Un campionato targato Sicilia. Un campionato di difficile lettura, ma assolutamente da non sottovalutare.
10 anni di tracciati per scoprire il Pollino più bello
Dieci anni in sella ad una bici con l'unico obiettivo di far scoprire agli amanti delle due ruote, in particolare quelle grasse, una montagna inedita e avventurosa: il Pollino.


Altre Notizie »