Pollino Marathon

Il fascino del Parco Nazionale del Pollino è di nuovo in scena il 17 luglio

,


Pollino Marathon, settima tappa del Trofeo dei Parchi Naturali e tappa Prestigio 22


Pollino MarathonIl Parco Nazionale del Pollino, con il suo fascino incontaminato ed il suo patrimonio naturalistico sterminato  è la giusta location per la mountain bike e per tutti gli appassionati delle ruote grasse. Da tanta bellezza trae linfa vitale, per il ventunesimo anno , la Pollino Marathon , una manifestazione che, oltre che alle capacità organizzative del suo team, deve tutti questi anni di vita al proprio territorio.

Il percorso, con partenza da Terranova di Pollino (PZ), uno dei comuni nel cuore del parco, svela gran parte della ricchezza naturalistica dell’area e tutto ciò che resta da vedere, come le vette di Serra Crispo, Dolcedorme, Pollino, il Giardino degli Dei e i Pini Loricati, sono solo alcuni dei motivi di ritorno per molti atleti. La Pollino marathon anche quest’anno ha l’onore di essere una tappa dello scudetto “Prestigio 22” organizzato dalla rivista MTB magazine oltre ad essere settima tappa del Trofeo dei Parchi Naturali. Novità è il gemellaggio con la gara Abruzzese della Sirente Marathon.

Dopo l’emergenza pandemia la manifestazione torna ad accogliere gli escursionisti e le E bike con una pedalata di 30 Km.
 
La prima metà di gara presenta già uno dei suoi passaggi più suggestivi tra i sentieri che portano a Piano della Giumenta, ai sentieri che costeggiano la “Falconara”, un canyon dalle rocce a strapiombo e dalla natura arida. Dopo un breve tratto in discesa, subito dopo lo start, i 20 chilometri a seguire sono tutti gambe e fiato.
Dai 900 metri slm della partenza in poi è tutto un salire fino alla conquista dei 1703mt. Gli atleti qui saranno solo ad 1/3 di gara, ma proprio quando si potrebbe pensare che il peggio sia passato, in realtà ci si renderà conto che questa tappa è davvero dura dall’inizio alla fine.

Dopo lo scollinamento, infatti, inizieranno a perdere molta quota, ma qui nemmeno le discese danno spazio al riposo. Tra single track e qualche strappo dalle pendenze impossibili, ci sarà davvero poco tempo per riprendere fiato, anche se, quest’anno, almeno i lunghi passaggi in sottobosco. Passaggi tra i boschi di faggio e vedute aperte su panorami infiniti accompagneranno i bikers lungo questi chilometri. Dal 42imo chilometro si riparte con le salite aspre.   Molto suggestivo qui il passaggio a “Pietra Sasso”, località che deve il suo nome alla particolare roccia che si impone nella vista dell’area.

Nemmeno i chilometri finali verso il rientro in paese daranno scampo ai bikers: tra radici, gradoni e curve a gomito, il finale farà testare il manico e metterà a dura prova riflessi e stanchezza.

Come sempre non mancheranno attrazioni il sabato pre-gara, un ricco pasta party, premiazioni sempre all’insegna della tradizione e un pacco gara  “I sapori  della Pollino Marathon”
Anche la XXI edizione non potrà avere il via senza prestare attenzione  ai giovanissimi, Sabato 16 luglio sarà la giornata dedicata a loro con la Pollino Young, protagonisti in una gara di minicross allestita nel centro sportivo di Piano della Giumenta, prova per giovanissimi (g1/g6) (valida per il campionato regionale Basilicata) e un momento di confronto con tanti giovanissimi delle regioni limitrofe.
1640 visualizzazioni


Ultimi Aggiornamenti

Sila EPIC : importanti variazioni sul regolamento
A rettifica di quanto espresso nel regolamento, riteniamo opportuno effettuare alcune variazioni.
Saitta ci prende gusto
La gara organizzata da Luciano Forlenza e dal suo team Bike & Sport è stata impegnativa, a differenza di quanto potevano raccontare i crudi dati tecnici: 42km e 1400m di dislivello.
Assolo Rebagliati a Valsugana Wild Ride. Pietrovito domina tra le donne
Ci si attendeva una gara aperta, e le previsioni della vigilia non sono state deluse. A vincere l’edizione 2022 di Valsugana Wild Ride, sabato 30 luglio, è stato Marco Rebagliati (Wilier 7C Force), in testa alla gara fin dai primi metri, e capace di resistere al rientro prepotente di Andrea Righettini (Olympia Factory Team), abile a sfruttare le sue doti di discesista nella tecnica picchiata finale.
Successo a tutto tondo del Trofeo Mtb Città di Paterno
La tradizione del fuoristrada a Paterno di Potenza non perde colpi di fronte a un Trofeo Mtb Città di Paterno arrivato quest’anno alla 16°edizione.
Aiutiamo Leo!
La passione per la bici, un salto, il buio, un sogno interrotto...emorragia cerebrale, il coma, il risveglio... un uomo cambiato


Altre Notizie »