Master Cross Selle Smp

Filippo Fontana profeta in patria a Vittorio Veneto. Sara Casasola trionfa nella gara femminile

,
photo credits ©Alessandro Billiani


La patria del 5 volte campione del mondo Renato Longo non ha tradito le attese.
Vittorio Veneto si è confermata come sempre una delle prove più selettive e spettacolari del calendario nazionale.


Il fango l’ha fatta da padrone, rendendo insidioso ogni centimetro di gara e costringendo gli atleti a scendere dalla bici in numerosi passaggi tecnici.
Un fango così tosto non si vedeva nella Città della Vittoria da tante edizioni.

La 37^ edizione del Gran Premio Città di Vittorio Veneto, 3^ tappa del Master Cross Selle Smp, ha visto alla partenza più di 400 atleti. La regia organizzativa è stata come sempre impeccabile da parte della Cicloturistica Vittorio Veneto presieduta dall’instancabile Giacomo Salvador che ha potuto contare su un gruppo di volontari eccezionale, in primis Riccardo Piccin che è stato come ogni anno mente disegnatrice del percorso, sapendo coniugare tradizione e innovazione.

Lo stesso Giacomo Salvador si è concesso una lacrima al termine della prova degli Elite che è stata letteralmente dominata dal tricolore Under 23 Filippo Fontana. Il beniamino di casa, lui è di Fregona, a due passi dal tracciato di gara, ha tagliato il traguardo con più di 3 minuti di vantaggio su tutti gli avversari. Il figlio d’arte, portacolori Centro Sportivo Carabinieri, ha vinto e soprattutto convinto, sotto l’attento sguardo del Commissario Tecnico azzurro Daniele Pontoni.
Sulla linea d’arrivo Filippo Fontana si è concesso l’inchino in onore alla sua gara di casa, nella quale non aveva mai trionfato prima di oggi, e a tutte le persone che qui lo hanno visto crescere dalle categorie giovanili.
Sul secondo gradino del podio è salito il friulano Davide Toneatti (Dp66 Giant Smp) che ha così centrato l’obbiettivo di mantenere la leadership nel Master Cross Selle Smp.
Terza piazza per il trentino Emanuele Huez (Carabinieri), rientrato da poche settimane alle gare di specialità.
Sara Casasola
Sara Casasola
Come domenica scorsa ad Ancona, la friulana Sara Casasola si è confermata la regina della competizione riservata alle donne open, riuscendo a domare meglio di tutte il fango di Vittorio Veneto. La beniamina della Dp66 ha saputo guadagnare secondi importanti soprattutto sui tratti da affrontare con la bici in spalla, ma ha dovuto lottare con i denti contro la coppia avversaria composta dalle junior Valentina Corvi e Beatrice Fontana. Le due giovani ciclocrossiste, portacolori rispettivamente della Sorgente Pradipozzo e della Rudy Project, nei primi giri si sono mantenute a pochi secondi dalla leader e, alla fine, hanno messo in saccoccia il 2° e il 3° posto assoluti. Non sono cambiate le maglie di capoclassifica del Master Cross Selle Smp, con Sara Casasola e Sophie Auer in vetta rispettivamente alle Open e alle Juniores.

Tra gli juniores pronti via Luca Paletti (A Favore del Ciclismo) ha impresso un ritmo infernale. Sulla sua ruota è rimasto incollato l’altoatesino Elian Paccagnella (Zanolini Sudtirol) che solo nel finale ha accusato qualche secondo di gap.
Nuova vittoria quindi per l’atleta emiliano romagnolo, che ha convinto anche sul fango. Elian Paccagnella ha mantenuto la leadership Master Cross Selle Smp, precedendo il piemontese Fabio Bassignana (Sorgente Pradipozzo), autore del primo podio stagionale.
Gare entusiasmanti nelle categorie giovanili. Tra gli allievi del secondo anno è stato testa a testa tra Christian Fantini (Ktm) e il campione italiano Nicholas Travella (Guerciotti Development). Nel finale è emersa l’agilità di Christian Fantini che ha colto il successo con 5 secondi di vantaggio sull’avversario.

Tra gli allievi del primo anno, invece, si è imposto Federico Rosario Brafa (Melavì Tirano). Il lombardo è riuscito a mettere la propria ruota davanti a quella del trevigiano Pietro Duregon (Rudy Project).
Tra gli esordienti nuova prova di forza del figlio d’arte Patrik Pezzo Rosola (Hellas Monteforte) che sul fango di Vittorio Veneto ha inflitto più di un minuto agli avversari.
In campo femminile successo dell’emiliano romagnola Valentina Bravi (Maserati Carpaneto) tra le esordienti e della veneziana Alice Bulegato (Sportivi del Ponte).

Tra i Master vittorie per Matteo Cancherini (Stm) nella Fascia 1, di Graziano Bonalda (Stm) nella Fascia 2, di Giuseppe Dal Grande (Team Friuli) nella Fascia 3 e di Deborah Soligo (Team Macro) tra le Master Woman.

Classifica Open uomini
1 FONTANA FILIPPO UN C.S. CARABINIERI
2 TONEATTI DAVIDE UN – ASD DP66 GIANT SMP
3 HUEZ EMANUELE UN – C.S. CARABINIERI
4 BERGAGNA TOMMASO UN ASD DP66 GIANT SMP
5 CALLIGARO CRISTIAN UN KTM BRENTA BRAKES
6 PEDERIVA SIMONE UN SPORTIVI DEL PONTE
7 FRUET MARTINO EL TEAM LAPIERRE – TRENTINO – ALE’
8 MARTINELLI ANDREA EL TEAM LAPIERRE – TRENTINO – ALE’
9 CASASOLA MANUEL UN ASD DP66 GIANT SMP
10 ADAOS ALVAREZ FRANCO EL FOX TEAM

Classifica Open donne
1 CASASOLA SARA DE ASD DP66 GIANT SMP
2 CORVI VALENTINA DJ ASD GS SORGENTE PRADIPOZZO
2 FONTANA BEATRICE DJ TEAM RUDY PROJECT
4 BORGHESI LETIZIA DE AROMITALIA BASSO BIKE
5 ZANGA MARTA DJ KTM BRENTA BRAKES
Filippo Fontana profeta in patria a Vittorio Veneto. Sara Casasola trionfa nella gara femminile
photo credits Alessandro Billiani
3375 visualizzazioni


Ultimi Aggiornamenti

L’iridata Richards torna in Italia: a La Thuile per puntare al tris
Si va ormai delineando il campo dei rider e delle formazioni ai nastri di partenza di La Thuile MTB Race, la quinta e ultima tappa di Internazionali d’Italia Series. Sabato 25 giugno in Valle d’Aosta ci sarà anche la Campionessa del Mondo Evie Richards, che a La Thuile in questi anni ha fatto percorso netto, dominando entrambe le edizioni fin qui disputate di un evento che quest’anno ha conquistato la categoria UCI HC.
Dolomitica 2022. Vi presentiamo i favoriti
L’emozione della vigilia di un Mondiale ha un nome, anzi dei nomi. Vediamo quali sono quelli da seguire e … inseguire domani a Pinzolo, sui percorsi della Dolomitica 2022 UCI Marathon Masters MTB World Championships.
Fruet presenta il finale di Valsugana Wild Ride: “Sentieri fantastici da veri biker”
Non sempre la discesa è la parte più facile di un percorso. Chi è abituato a macinare chilometri in mountain bike lo sa: molto spesso dopo la salita si nascondono le insidie di un tratto veloce e tecnico che può fare davvero la differenza.
Gilberto Simoni parteciperà alla Dolomitica Mondiale UCI Master MTB
Dopo aver staccato la tessera da amatore e aver partecipato all’ultima Cape Epic, il campionissimo trentino ha deciso a sorpresa di partecipare al Campionato del Mondo per la categorie Master che si terrà proprio nella sua terra, il Trentino, a Pinzolo sabato prossimo, 25 giugno.
La mountain bike a Moschiano raddoppia, non solo granfondo ma anche il campionato regionale marathon FCI Campania
Moschiano e mountain bike: un binomio di stretta attualità in vista della Moschiano Race Marathon in programma domenica 26 giugno come quarta prova del Giro della Campania Off Road.
A Giovanni Pensiero la vittoria della Mainarde Bike Race 2022
[Fare clic e trascinare per spostare] Il 19 Giugno è andata in scena l'8^ edizione della Mainarde Bike Race. Una granfondo di 43km e 1450m di dislivello con partenza dal centro di Filignano (IS) che ha attraversato i borghi limitrofi fino a toccare i confini del Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise.


Altre Notizie »