Granfondo Campania

Vesuvio Mountainbike Race: un'emozione pedalare alle pendici del Vulcano

,
photo credits ©PHEver - www.phever.it



Vesuvio Mountainbike Race 2021Si è tenuta domenica 3 ottobre la 3° edizione della Vesuvio Race, gara di mountainbike organizzata dalla ASD Vesuvio Mountainbike, all'interno del Parco Nazionale del Vesuvio, che ha visto la partecipazione di circa 500 atleti provenienti da tutta Italia, ma anche da Svizzera e Francia e si è dimostrata una grande occasione di rilancio per un territorio, unico per bellezza.

Ed è proprio l'amore verso il territorio ad aver spinto la società organizzatrice a cimentarsi per la terza volta nella organizzazione di un evento, che ha dovuto superare mille cavilli burocratici, dovendosi svolgere in zone del Parco Nazionale del Vesuvio solitamente inibito alle due ruote, ma anche alle limitazioni legate al Covid-19.

E, a giudicare dalla partecipazione all'evento e dai commenti del dopo-gara, si deve riconoscere che la ASD Vesuvio Mountainbike ha ampiamente raggiunto il suo scopo.
L'organizzazione è riuscita ad offrire a tutti i partecipanti un evento di portata nazionale, dimostrando che con la passione e la tenacia, e se hai la fortuna di godere di un territorio bellissimo, si possono regalare emozioni uniche.
Già dal sabato precedente la manifestazione, all'interno della Valle dell'Orso di Torre del Greco, complesso dal quale la gara è partita, è stato un susseguirsi di atleti che si sono ritrovati a ritirare pettorali e pacchi gara, contenenti gadget e integratori ed a fermarsi a scambiare saluti e impressioni, con ritrovato entusiasmo.

Sul percorso, infatti, erano presenti i fotografi della Phever, esperti in foto durante gli eventi sportivi, che con i loro scatti hanno immortalato tutti gli atleti impegnati nella competizione, mettendoli a loro disposizione sul sito www.getpica.com, ove basterà inserire il codice PICA presente sul pettorale, per poter scaricare automaticamente tutto il pacchetto di foto riguardante l'atleta.

Per la cronaca, la gara sel'è aggiudicata Pasquale Di Lorenzo, seguito da Pasquale Sirica, mentre terzo assoluto è arrivato Samuele Giuseri.
Per tutti i primi 3 di categoria, oltre all'originale trofeo in pietra lavica, premi tecnici forniti dagli sponsor Evolution Bike di Caserta e Mennella di Torre del Greco.

RISULTATI
 

Granfondo    247 classificati

1 DI LORENZO PASQUALE M1 ROKKA BIKE
2 SIRICA PASQUALE EL PIT STOP RACING TEAM
3 GIUSERI SAMUELE ELMT ASD GM BIKE
4 PENSIERO GIOVANNI M3 HGV CICLI CONTE RACING TEAM
5 MAROTTA FELICE M1 ASD TEAM GIUSEPPE BIKE
6 CAROSELLI DAVIDE M1 SESSAN BIKE SPORT E NATURA
7 PRETE LUCA M1 ASD VALLEGIOVANE SPORT
8 ZANNI MIRKO ELMT ASD IL TRICICLO SIDICINO
9 CELLINI MARCO M2 CTM CENTRO DEDICATO AL CICLISMO ASD
10 DELLA ROCCA VINCENZO EL ASD TEAM OVER THE TOP BIKE

vai ai risultati

Escursione    46 classificati

1 GUASTAFIERRO CESARE ESC I LOVE MTB TORRE DEL GRECO
2 LOSANO MARCO ESC MONDO IN SELLA
3 SALIERNO ANTONIO ESC ASD VESUVIO MOUNTAINBIKE
4 CANNAVACCIUOLO NUNZIO ESC I LOVE MTB TORRE DEL GRECO
5 DELBI MICHELE ESC ASD VESUVIO MOUNTAINBIKE
6 FORMISANO EDUARDO ESC GOOD BIKE ASD
7 MENNILLO SALVATORE ESC INDIVIDUALE
8 DEL GATTO LUCA ESC I LOVE MTB TORRE DEL GRECO
9 LA GUARDIA DOMENICO ESC CICLOO CARBONARI BIKERS ASD
10 DI MATTEO ANIELLO ESC INDIVIDUALE

vai ai risultati

eBikes    16 classificati

1 GAVARRO RAFFAELE EBIKE INDIVIDUALE
2 BOCCIA MAURO EBIKE CICLI CONTE FANS BIKE
3 MAFALE GIUSEPPE EBIKE CICLI CONTE FANS BIKE
4 RENGA LUIGI EBIKE MONDO IN SELLA
5 PICONE RAFFAELE EBIKE CICLOO CARBONARI BIKERS ASD
6 ROMANO CIRO EBIKE INDIVIDUALE
7 SIMONE SEBASTIANO FRANCESCO EBIKE MONDO IN SELLA
8 LETIZIA RICCARDO EBIKE INDIVIDUALE
9 SCOGNAMIGLIO GIANFRANCO EBIKE AURUNCI CICLING TEAM
10 D ANGELO ALFREDO EBIKE CICLOO CARBONARI BIKERS ASD

vai ai risultati

 
Pasquale Di Lorenzo
Pasquale Di Lorenzo - PHEver - www.phever.it
Vesuvio Mountainbike Race: un'emozione pedalare alle pendici del Vulcano
photo credits PHEver - www.phever.it
3397 visualizzazioni


Ultimi Aggiornamenti

Le Aquile spiccano il primo volo. In Gravel!
Domenica 5 dicembre 2021 è stato il giorno del primo “raduno Gravel” a Palermo. Contattati i due coordinatori del gruppo Eagle Gravel Palermo, Salvatore La Vardera & Marco Sangiorgi, raccogliamo le prime impressioni a caldo
A Palazzo San Gervasio il ciclocross pronto a stupire e a regalare emozioni con il Trofeo Re Manfredi
Con la novità dello status di gara nazionale FCI, l’impegno è davvero notevole perché oltre alla normale organizzazione dell’evento, valevole come quinta prova del Mediterraneo Cross e di campionato regionale FCI Basilicata, ci si prepara ad accogliere al meglio un gran numero di atleti e di società che provengono dalle regioni limitrofe ed anche da quelle più lontane.
Belvedere Marittimo a tutto ciclocross nel giorno dell’Immacolata Concezione
La sesta edizione del Trofeo Città di Belvedere coincide con il quarto appuntamento in seno al Mediterraneo Cross e la macchina organizzativa sta curando ogni dettaglio nei minimi particolari grazie al dinamismo dell’Asd Belvedere-Ciclone
Nel Salento nasce il progetto Leo Costruzioni Salis Bike
Il team Salis Bike ha una rosa di atleti che in ogni campionato fa incetta di risultati importanti. Tra questi c’è e c’era anche Elio Aggiano, l’allora ragazzo che già all’età di 10-12 anni mostrava il suo carattere ciclistico vestendo i colori della Delta Zero guidata dal coach Bovelli.
Quando il ciclocross incontra la neve: Fruet lancia lo spettacolo di Val di Sole
Il weekend appena trascorso ha coperto i Laghetti di San Leonardo a Vermiglio di una candida coltre nevosa. Mentre il termometro scende, sale a dismisura l’aspettativa per l’arrivo della Coppa del Mondo di ciclocross in Val di Sole, con la neve che sempre di più promette di essere l’ago della bilancia di uno spettacolo unico, quello che andrà in scena l’11 e 12 dicembre prossimi.
Filippo Fontana profeta in patria a Vittorio Veneto. Sara Casasola trionfa nella gara femminile
La 37^ edizione del Gran Premio Città di Vittorio Veneto, 3^ tappa del Master Cross Selle Smp, ha visto alla partenza più di 400 atleti. Il fango l’ha fatta da padrone, rendendo insidioso ogni centimetro di gara e costringendo gli atleti a scendere dalla bici in numerosi passaggi tecnici.


Altre Notizie »