GimondiBike

GimondiBike Internazionale Banca Mediolanum: Diego Arias Cuervo e Silvia Scipioni mettono il sigillo a Iseo

,


La ventesima edizione della prestigiosa gara internazionale MTB di Iseo è stata caratterizzata nella parte iniziale dalla pioggia che ha reso il percorso fangoso e ancora più impegnativo e spettacolare.


Sono il colombiano Diego Arias Cuervo (Giant Polimedical Official Team) e l’aretina Silvia Scipioni (Cicli Taddei) i vincitori dell’edizione 2021 della GimondiBike Internazionale Banca Mediolanum. La competizione si è svolta su un percorso di 53,5 km con 1.100 metri di dislivello.

Dopo l’anno di stop forzato a causa della pandemia, oggi, Iseo e la Franciacorta sono tornati ad accogliere centinaia di appassionati e campioni della MTB per una delle sfide più attese della stagione. Nonostante la pioggia che ha accompagnato le prime fasi di gara, grande spettacolo a Iseo con circa 750 biker iscritti che hanno animato l’edizione numero 20 della corsa dedicata al grande campione Felice Gimondi. Sulla linea di partenza si è schierata anche la figlia Norma Gimondi, in rappresentanza anche della Federciclismo con il suo nuovo ruolo di vicepresidente.
 
La corsa entra subito nel vivo dopo pochi chilometri, con ritmo sostenutissimo sulla testa, grande selezione e davanti si forma un sestetto che comprende praticamente tutti i principali favoriti della vigilia. Ci sono il colombiano Diego Arias Cuervo (Giant Polimedical), Juri Ragnoli (Scott Racing Team), Cristian Cominelli (Scott Racing Team), Johnny Cattaneo (Wilier 7 Force), Jakob Dorigoni (Torpado-Sudtirol MTB Pro Team), e Nicholas Pettinà (Cs Carabinieri). Quest’ultimo poi perde contatto dal drappello di testa, ma rientra in seconda battuta l’ex professionista su strada Francesco Casagrande (Cicli Taddei). Potrebbe sembrare già l’azione decisiva e, invece, le carte si rimescolano nel finale con il rientro di altri atleti, tanto che sono in quindici gli uomini che si presentano in testa all’inizio della decisiva scalata alla Madonna del Corno.
 
La salita fa selezione e nell’ultimo tratto restano in quattro a condurre: Arias Cuervo, Pettinà, Casagrande e Dorigoni. Accelera Pettinà, risponde il colombiano che è il migliore nella scalata e scollina con una decina di secondi di vantaggio su Pettinà e a 15 secondi insegue Casagrande. Nella discesa Arias Cuervo amministra il suo vantaggio e riesce ad arrivare tutto solo, a braccia alzate, a festeggiare la vittoria sul traguardo di Iseo. Alle sue spalle c’è battaglia e alla fine, nella lotta per le restanti posizioni sul podio, la spuntano il veterano Francesco Casagrande, secondo, e Juri Ragnoli, terzo. Quest’ultimo è stato premiato anche come miglior bresciano della corsa e si è aggiudicato il primo posto al traguardo intermedio Premio “Franciacorta Metà Percorso”.
 
Nella prova femminile fin dall’inizio sono emerse tre atlete che hanno a lungo condotto la gara: Silvia Scipioni (Cicli Taddei), Marika Tovo (KTM – Protec – Elettrosystem) e Chiara Burato (Omap Cicli Andreis). Sono rimaste poi solo Scipioni e Burato fino all’affondo decisivo della toscana che è riuscita a tagliare per prima e in perfetta solitudine il traguardo. Secondo posto per Chiara Burato, mentre al terzo posto ha concluso Martina Guerrera (MTB Increa Brugherio).
 
LE DICHIARAZIONI DEI VINCITORI
 
Il vincitore Diego Arias Cuervo: “Sono partito subito a tutta davanti e siamo andati molto forte. Ho provato a fare selezione, siamo andati via un gruppetto, ma in realtà non siamo riusciti a fare una grande differenza. Sull’ultima salita io e Pettinà abbiamo allungato, poi io sono riuscito a guadagnare qualcosa e ho affrontato la discesa con tanta serenità, in modo tranquillo cercando di non fare errori e così è stato. Sono molto felice di questa vittoria. La dedico alla squadra, a mia moglie Jessica e a tutti quelli che mi sostengono”. Il colombiano esprime plausi anche al tracciato: “Questa è una corsa molto bella, impegnativa e divertente”. 
 
La prima delle donne Silvia Scipioni: “Sono molto contenta di questa vittoria bella e importante. Sono partita molto grintosa oggi. Forse anche perché ero delusa per non aver potuto partecipare ieri al Mondiale Marathon e oggi questo mi ha dato una motivazione in più e lo spirito giusto per vincere. Siamo partite subito forte e siamo rimaste in tre poi io ho imposto il mio ritmo e sono riuscita a fare la differenza e a vincere”.
 
CLASSIFICA MASCHILE ASSOLUTA:
 
1 Diego Alfonso Arias Cuervo (Giant Plomedical Official Team) 02:06:07
2 Francesco Casagrande (Cicli Taddei) 02:06:15
3 Juri Ragnoli (Scott Racing Team) 02:06:27
4 Jakob Dorigoni (Torpado-Sudtirol MTB Pro Team) 02:06:27
5 Nicholas Pettinà (Cs Carabinieri) 02:06:35
6 Cristian Cominelli (Scott Racing Team) 02:07:17
7 Samuele Porro (Team Trek-Pirelli) 02:07:33
8 Johnny Cattaneo (Wilier 7C Force) 02:08:03
9 Dario Cherchi (KTM Brenta Brakes) 02:08:05
10 Roberto Baccanelli (Cicli Olympia)  02:08:05
 
CLASSIFICA FEMMINILE ASSOLUTA:
 
1 Silvia Scipioni (Cicli Taddei) 2:26:20
2 Chiara Burato (Omap Cicli Andreis) 02:28:19
3 Martina Guerrera (MTB Increa Brugherio) 02:45:05
4 Nicoletta Bresciani (Scott Racing Team) 02:47:08
5 Camilla De Pieri (Cicli Lucchini) 02:53:01
GimondiBike Internazionale Banca Mediolanum: Diego Arias Cuervo e Silvia Scipioni mettono il sigillo a Iseo
1252 visualizzazioni


Ultimi Aggiornamenti

Trofeo Città di Belvedere, sui prati di Calabaia tutti in sella per il Mediterraneo Cross
A Belvedere Marittimo, preparativi agli sgoccioli per la sesta edizione del Trofeo Città di Belvedere, a conferma della solidità raggiunta da questo evento che vuole rilanciare il movimento del ciclismo fuoristrada nell’Alto Tirreno.
Vero Ciclocross, a Ficuzza
Nel palcoscenico del Bosco della Ficuzza (Pa), nell’ area adiacente l’Antica Stazione, domenica 5 si è corso il Trofeo Re Ferdinando IV di Borbone, prova valida come seconda tappa del Trinacria Cross FCI. Una gara ben organizzata dall’ASD Nag – CO2, curata nei minimi dettagli, a partire dal tracciato.
Cyclocross di Annabianca, la classica Leccese
Dopo l´organizzazione a gennaio della 90° edizione dei Campionati Italiani di Ciclocross, tenutisi a Lecce nel magnifico Parco di Belloluogo, il sodalizio salentino saluta il 2021 festeggiando il riconoscimento FCI della sua “Scuola di Ciclismo su Strada e Fuoristrada” con un´appassionante manifestazione di cyclocross nella nuova casa Kalos.
In Val di Sole Tom Pidcock sfida la neve e Wout Van Aert
Nella sua giovane carriera ha dimostrato di adattarsi perfettamente ad ogni tipo di bicicletta e terreno ma sabato 11 e domenica 12 dicembre a Vermiglio, in Val di Sole, Thomas Pidcock si troverà di fronte un’ennesima grande sfida: padroneggiare una bici da ciclocross su fondo innevato.
Le Aquile spiccano il primo volo. In Gravel!
Domenica 5 dicembre 2021 è stato il giorno del primo “raduno Gravel” a Palermo. Contattati i due coordinatori del gruppo Eagle Gravel Palermo, Salvatore La Vardera & Marco Sangiorgi, raccogliamo le prime impressioni a caldo
A Palazzo San Gervasio il ciclocross pronto a stupire e a regalare emozioni con il Trofeo Re Manfredi
Con la novità dello status di gara nazionale FCI, l’impegno è davvero notevole perché oltre alla normale organizzazione dell’evento, valevole come quinta prova del Mediterraneo Cross e di campionato regionale FCI Basilicata, ci si prepara ad accogliere al meglio un gran numero di atleti e di società che provengono dalle regioni limitrofe ed anche da quelle più lontane.


Altre Notizie »