Trofeo dei Parchi Naturali

Pollino Marathon: un Prestigio conquistarla

,
photo credits ©Antonio Caggiano - bikerounder.com



Trofeo dei Parchi NaturaliGiunta alla sua ventesima edizione la Pollino Marathon non ha deluso le attese: è stata una gara emozionante e adrenalinica dal primo all’ultimo metro.

Sono le sette del mattino, le vie del delizioso borgo di Terranova del Pollino (Pz) cominciano pian piano a tingersi di ciclisti stretti nei loro completini colorati. Le temperature sono sotto i venti gradi, ideali, ma le nuvole grigie, dispettose, minacciano di inzuppare le scarpe, e non solo, dei biker alla partenza.

Si parte puntuali, alle 9.
Ai bikers toccherà lasciare alle spalle oltre gli avversari anche la pioggia annunciata.

La partenza è a velocità controllata, dietro macchina. Dopo la discesa che scorta il gruppo ai piedi di Terranova la vera gara può avere inizio. I bikers sono ben presto costretti con il naso all’insù per diversi chilometri, prima su asfalto e poi su uno sterrato con fondo poco compatto. La prima mezz’ora è allo scoperto poi si fionda nel bosco tra gli alberi altissimi dove la luce penetra con difficoltà.

Qui tocca salire in sella, alzarsi sui pedali toglierebbe la trazione necessaria per non mettere piede a terra.
In questa prima parte a dettare il ritmo è Colonna, l’uomo più atteso della vigilia. Parte, viene ripreso da Di Salvo e Sirica, perde qualche metro, recupera. Al termine della prima salita, al 18esimo chilometro, lui e il siciliano Di Salvo sono soli, e lo saranno fino al traguardo. La quinta gara del Trofeo dei Parchi Naturali nonché prova del Prestigio di MTB Magazine è solo all’inizio.
Il tracciato disegnato da Pasquale Larocca è altamente tecnico e spettacolare, il Parco Nazionale del Pollino è il protagonista indiscusso di questa bellissima giornata di sport.

Non solo salita, per qualche chilometro si scende, ma dura sempre troppo poco. Poi ancora tanta fatica fino a raggiungere il gpm di giornata oltre quota 1600 metri.
Le salite del Pollino sembrano non mollare mai e le gambe non hanno un attimo di tregua.

In testa al gruppo Colonna si incolla alla ruota di Di Salvo e i due cominciano a studiarsi in vista dell’arrivo, probabilmente in volata.
Superata la prima metà di gara, i bikers affrontano lo splendido single track giù per Timpa di Pietrasasso.  Rocce e cambi improvvisi di pendenza e direzione, un videogame, una scuola di mountain bike.
Poi ancora in picchiata, discesa veloce sull’erba tagliata ma con canaloni che costringono ad occhi più spalancati del solito. Assaggiare il terreno non richiede chissà che impegno.

L’abitato di Terranova è ora quasi a vista, ma dal 40esimo al 47esimo il tracciato riserba ancora altri 600 metri di dislivello.
Le energie in gruppo vanno man mano azzerandosi e nella micidiale discesa tra gli scalini in legno molti preferiscono il trekking alla mountain bike.
E ancora strappetti su fondo in cemento, consumato, con ferri in bella vista e zig zag tra gli alberi.
Il tracciato non smette per un secondo di emozionare e se le forze stanno a zero, l’adrenalina sta a mille.
Ancora un’ultima emozione: chicane ripide che sembrano tuffarsi sui tetti di Terranova, destra sinistra tra le scalinate nel centro storico e full gas fino al traguardo posto sul corso.

Nell’annunciata volata finale è Di Salvo a mettere le sue ruote davanti a quelle di Colonna, rallentato nel finale da un chiodo conficcato nella ruota posteriore, spettacolo da grande mountain bike.

Alle loro spalle Sirica conquista il terzo gradino del podio davanti a Semeraro e Vigoroso.
Tra le donne vittoria per Oksana Chornomorets  davanti a Eleonora Valuzzi.
Meno chilometri ma stesso spettacolo per la Granfondo.
Tra gli uomini vince Graziano davanti a Sanseviero e Mancuso.
Tra le donne a primeggiare è Daniela D’Alessandro.

Conquistati i due versanti del Pollino, il prossimo appuntamento è a Contursi Terme (Sa) per la Granfondo Parco del Sele.
Ah dimenticavamo, ad arrivare oltre il tempo massimo è stata soltanto la pioggia, per fortuna.

 

Marathon    168 classificati

1 DI SALVO GIUSEPPE EL A.S.D. GDS TEAM COMPETITION
2 COLONNA PAOLO EL A.S.D. ROLLING BIKE
3 SIRICA PASQUALE EL PIT STOP RACING TEAM
4 SEMERARO ROBERTO ELMT TEAM ERACLE
5 VIGOROSO ANTONIO M1 A.S.D. ROLLING BIKE
6 ALIANO PIETRO ANTONIO UN A.S.D. CICLO TEAM LAERTE
7 PRIVITERA ANDREA EL SPECIAL BIKERS ELIOS TEAM
8 MONTELEONE GIANFRANCO M4 TEAM SIRACUSANI
9 MIRABILE ALESSIO EL SPECIAL BIKERS ELIOS TEAM
10 D AMICO LUIGI EL A.S.D. BIKE SPORT TEAM

vai ai risultati

Granfondo    191 classificati

1 GRAZIANO ROSARIO M2 A.S.D. ROLLING BIKE
2 SANSEVIERO FRANCESCO M1 ASD BIKE IN TOUR VALLO DI DIANO
3 MANCUSO GIANLUCA JU SPECIAL BIKERS ELIOS TEAM
4 MASTRANGELO ANGELO JU PRO.GI.T. CYCLING TEAM
5 CHIRIACO AMBROGIO ELMT TEAM PREVIEW BIKESPACE SEI SPORT
6 DELUCIA ANTONIO M1 NRG BIKE
7 SCARCELLI GIOVANNI PAOLO M2 ASD SILVA BRUTIA
8 CANNAVO DOMENICO M3 ASD BIKE PROJECT
9 TORCHIA MICHELE ELMT REVENTINO BIKE TEAM
10 FITTIPALDI ALESSANDRO M4 TEAM FUORISOGLIA

vai ai risultati

 
Pollino Marathon 2021
un rilassato momento prima della partenza - foto by Antonio Caggiano - bikerounder.com
Pollino Marathon: un Prestigio conquistarla
photo credits Antonio Caggiano - bikerounder.com
7304 visualizzazioni


Ultimi Aggiornamenti

L’iridata Richards torna in Italia: a La Thuile per puntare al tris
Si va ormai delineando il campo dei rider e delle formazioni ai nastri di partenza di La Thuile MTB Race, la quinta e ultima tappa di Internazionali d’Italia Series. Sabato 25 giugno in Valle d’Aosta ci sarà anche la Campionessa del Mondo Evie Richards, che a La Thuile in questi anni ha fatto percorso netto, dominando entrambe le edizioni fin qui disputate di un evento che quest’anno ha conquistato la categoria UCI HC.
Dolomitica 2022. Vi presentiamo i favoriti
L’emozione della vigilia di un Mondiale ha un nome, anzi dei nomi. Vediamo quali sono quelli da seguire e … inseguire domani a Pinzolo, sui percorsi della Dolomitica 2022 UCI Marathon Masters MTB World Championships.
Fruet presenta il finale di Valsugana Wild Ride: “Sentieri fantastici da veri biker”
Non sempre la discesa è la parte più facile di un percorso. Chi è abituato a macinare chilometri in mountain bike lo sa: molto spesso dopo la salita si nascondono le insidie di un tratto veloce e tecnico che può fare davvero la differenza.
Gilberto Simoni parteciperà alla Dolomitica Mondiale UCI Master MTB
Dopo aver staccato la tessera da amatore e aver partecipato all’ultima Cape Epic, il campionissimo trentino ha deciso a sorpresa di partecipare al Campionato del Mondo per la categorie Master che si terrà proprio nella sua terra, il Trentino, a Pinzolo sabato prossimo, 25 giugno.
La mountain bike a Moschiano raddoppia, non solo granfondo ma anche il campionato regionale marathon FCI Campania
Moschiano e mountain bike: un binomio di stretta attualità in vista della Moschiano Race Marathon in programma domenica 26 giugno come quarta prova del Giro della Campania Off Road.
A Giovanni Pensiero la vittoria della Mainarde Bike Race 2022
[Fare clic e trascinare per spostare] Il 19 Giugno è andata in scena l'8^ edizione della Mainarde Bike Race. Una granfondo di 43km e 1450m di dislivello con partenza dal centro di Filignano (IS) che ha attraversato i borghi limitrofi fino a toccare i confini del Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise.


Altre Notizie »