Trofeo dei Parchi Naturali

Trinacria Race: e fu subito SHOW

,
photo credits ©Antonio Caggiano - bikerounder.com



Trofeo dei Parchi NaturaliSalite dure, caldo, organizzazione top e atleti di assoluto livello sono gli elementi della miscela che ha fatto riesplodere l’entusiasmo e la passione per le ruote grasse.
I bikers per la “Prima” del Trofeo hanno potuto finalmente sfoggiare il loro abito migliore e nemmeno le mascherine sono riuscite a nascondere il loro sorriso a 32 denti.
Denti che dopo pochi metri non sono bastati per aggredire la prima rampa della Trinacria Race in cui molti hanno dovuto ricorrere ai 50 del loro pignone più buono.

I primi 8 km sono con il naso all’insù, asfalto e poi sterrato, con pendenze sempre a doppia cifra.
I sorrisi finalmente svelati dopo la partenza devono lasciare fin da subito lo spazio a ghigni di fatica.
In testa al gruppo tutti i favoriti della vigilia con il duo Scott, Cominelli e Ragnoli, a dettare il ritmo, non altissimo, a cui restano attaccati una trentina di bikers.
Il primo a provarci è Cominelli, con il solo Saitta, ventenne siciliano in forza al Team Giant, capace di chiudere.

I due guadagnano soltanto una ventina di secondi ma nel successivo tratto in discesa rientrano su di loro Ragnoli, Di Salvo, Colonna e Pellegrino.
Il clima è afoso, il tracciato è duro e mette a dura prova le gambe degli atleti che in una delle primissime gare della stagione non sono ancora al top della condizione.

Lungo la durissima salita con fondo in pietre, intorno al 13°esimo km,  molti sono costretti a mettere il piede a terra. Meglio non andar fuori giri, la gara è ancora lunga.
In testa al gruppo Cominelli attacca ancora e questa volta nessuno riesce a resistere al suo ritmo.

Dietro di lui si forma un gruppetto di tre inseguitori: Ragnoli, Saitta e Di Salvo mentre lungo la salita verso il GPM di Monte Kalfa restano solo i primi due.
La salita fa male, sembra non finire mai, la “Prima” si sente nelle gambe. Lungo i tornanti si forma un lungo serpentone che delineerà la classifica finale.

In cima i km sono 35 e l’altimetria racconta un dislivello di circa 2000 metri. Chi ha osato troppo lo pagherà soprattutto in lucidità nella seconda parte del percorso che difatti non presenta grosse difficoltà.
Le discese non sono tecniche ma la presenza di ghiaia sul fondo compatto non permette distrazioni, la bici va guidata e non più assecondata.  Prima dell’arrivo non mancano i passaggi tra le vie dei bellissimi borghi siciliani e due piccole salite, una in asfalto, e una di 600 metri su terra battuta con pendenze oltre il 10%.

Da quest’ultima la picchiata finale verso il blu di Letojanni.
Dietro Cominelli, solitario al traguardo, Saitta vince la volata a due con Ragnoli, regalando uno splendido secondo posto ai suoi numerosi tifosi siciliani.

Tra le donne vittoria per la siciliana d’adozione Elizabeth Simpson del Team Mongibello davanti a Ciniza Sonsogno, Asd Extreme Naso.

Grandiosa la Prima.
Prossima tappa, la Seconda del Trofeo dei Parchi Naturali, a Reggio Calabria, il 16 Maggio.
Restate sintonizzati, ne racconteremo delle belle.
 
Trinacria Race 2021 podio Marathon
Vincenzo Saitta, Cristian Cominelli, Juri Ragnoli


 

Marathon    165 classificati

1 COMINELLI CRISTIAN EL SCOTT RACING TEAM
2 SAITTA VINCENZO UN A G SPORTING CYCLING TEAM
3 RAGNOLI JURI EL SCOTT RACING TEAM
4 DI SALVO GIUSEPPE EL A.S.D. GDS TEAM COMPETITION
5 PELLEGRINO GIUSEPPE EL BERRIA RACING ITALIA
6 FARNISI MIRKO EL SPECIAL BIKERS ELIOS TEAM
7 COLONNA PAOLO EL A.S.D. ROLLING BIKE
8 ODDO MANUEL UN A.S.D. GDS TEAM COMPETITION
9 MONTELEONE GIANFRANCO M4 TEAM SIRACUSANI
10 PRIVITERA ANDREA EL SPECIAL BIKERS ELIOS TEAM

vai ai risultati

 

Granfondo    252 classificati

1 SEMERARO ROBERTO ELMT TEAM ERACLE
2 GRAZIANO ROSARIO M2 A.S.D. ROLLING BIKE
3 MANCUSO GIANLUCA JU SPECIAL BIKERS ELIOS TEAM
4 MINA PIETRO ELMT A.S.D-TEAM BIKE NOTO
5 GIANNI CONCETTO M2 ASD DRIZ BIKERS 3000
6 MINISSALE MARCO MARIA JU G.S.C.D. ALMO
7 MACCHIONE PIETRO JU TEAM NIBALI
8 MOTTA MARCO M2 A.S.D. BIKE 1275
9 PAGANO SALVATORE MARCO M3 ASD ETNA SPIRIT
10 CASTRO GIUSEPPE M2 ASD ANDREA TROVATO

vai ai risultati

Trinacria Race: e fu subito SHOW
photo credits Antonio Caggiano - bikerounder.com
5108 visualizzazioni


Ultimi Aggiornamenti

Le Aquile spiccano il primo volo. In Gravel!
Domenica 5 dicembre 2021 è stato il giorno del primo “raduno Gravel” a Palermo. Contattati i due coordinatori del gruppo Eagle Gravel Palermo, Salvatore La Vardera & Marco Sangiorgi, raccogliamo le prime impressioni a caldo
A Palazzo San Gervasio il ciclocross pronto a stupire e a regalare emozioni con il Trofeo Re Manfredi
Con la novità dello status di gara nazionale FCI, l’impegno è davvero notevole perché oltre alla normale organizzazione dell’evento, valevole come quinta prova del Mediterraneo Cross e di campionato regionale FCI Basilicata, ci si prepara ad accogliere al meglio un gran numero di atleti e di società che provengono dalle regioni limitrofe ed anche da quelle più lontane.
Belvedere Marittimo a tutto ciclocross nel giorno dell’Immacolata Concezione
La sesta edizione del Trofeo Città di Belvedere coincide con il quarto appuntamento in seno al Mediterraneo Cross e la macchina organizzativa sta curando ogni dettaglio nei minimi particolari grazie al dinamismo dell’Asd Belvedere-Ciclone
Nel Salento nasce il progetto Leo Costruzioni Salis Bike
Il team Salis Bike ha una rosa di atleti che in ogni campionato fa incetta di risultati importanti. Tra questi c’è e c’era anche Elio Aggiano, l’allora ragazzo che già all’età di 10-12 anni mostrava il suo carattere ciclistico vestendo i colori della Delta Zero guidata dal coach Bovelli.
Quando il ciclocross incontra la neve: Fruet lancia lo spettacolo di Val di Sole
Il weekend appena trascorso ha coperto i Laghetti di San Leonardo a Vermiglio di una candida coltre nevosa. Mentre il termometro scende, sale a dismisura l’aspettativa per l’arrivo della Coppa del Mondo di ciclocross in Val di Sole, con la neve che sempre di più promette di essere l’ago della bilancia di uno spettacolo unico, quello che andrà in scena l’11 e 12 dicembre prossimi.
Filippo Fontana profeta in patria a Vittorio Veneto. Sara Casasola trionfa nella gara femminile
La 37^ edizione del Gran Premio Città di Vittorio Veneto, 3^ tappa del Master Cross Selle Smp, ha visto alla partenza più di 400 atleti. Il fango l’ha fatta da padrone, rendendo insidioso ogni centimetro di gara e costringendo gli atleti a scendere dalla bici in numerosi passaggi tecnici.


Altre Notizie »