Internazionali d’Italia Series

A Nalles la festa è per Mathias Flückiger e Loana Lecomte

,
photo credits ©Michele Mondini


Oltre 600 atleti al via della terza prova di Internazionali d’Italia Series, che si è confermata un autentico anticipo di Coppa del Mondo. Successi in grande stile per lo svizzero e la francese, davanti a Schurter e Ferrand-Prèvot


Internazionali d’Italia SeriesLa decana della MTB Italiana ha vissuto sabato 10 aprile 2021 la giornata più importante e prestigiosa della sua storia. Da 20 anni, Nalles e il Marlene Südtirol Sunshine Race sono tappa stabile di tanti dei grandi protagonisti delle ruote grasse a livello mondiale, ma mai come quest’anno l’evento altoatesino, 3a tappa di Internazionali d’Italia Series, aveva potuto vantare una startlist tanto impressionante.

Sul tracciato immerso nei meleti dell’Alto Adige si sono confrontati ben 600 atleti delle categorie agonistiche: fra loro, i giovani più promettenti al mondo, impegnati nelle UCI Junior Series, e tutti gli atleti più forti a livello globale nelle categorie Open.
 
Una giornata di Mountain Bike ai massimi livelli che ha premiato un grande nome emergente in campo femminile, la Campionessa del Mondo Under 23 Loana Lecomte, capace di lasciarsi dietro l’iridata Elite Pauline Ferrand-Prèvot, e l’esperto Mathias Flückiger, che a Nalles trova sempre quel qualcosa in più, che oggi gli ha permesso di relegare al secondo posto una leggenda come Nino Schurter.
 
Nalles 2021 Podio Elite
Podio Elite
OPEN UOMINI: FLÜCKIGER SORPRENDE TUTTI 
C’era un vero e proprio parterre de roi sotto lo striscione di partenza del Marlene Südtirol Sunshine Race nella categoria Uomini Open. Tutti i primi 10 del ranking mondiale UCI hanno risposto presente, a cominciare dai due principali protagonisti di Capoliveri, Henrique Avancini (Cannondale Factory Racing) e Nino Schurter (Scott-SRAM) ma anche il Campione del Mondo Jordan Sarrou e il beniamino di casa Gerhard Kerschbaumer (Specialized Factory Racing), il leader della generale di Internazionali d’Italia Maxime Marotte (SantaCruz-FSA) e tanti altri ancora.
 
Doveva essere gara di grande ritmo su un percorso molto esigente dal punto di vista fisico, e così è stato. Fin dal primo giro, il ritmo imposto dai protagonisti più attesi ha iniziato a scremare il gruppo di testa: prima 12, poi 10, e dal terzo giro solo 8: oltre ad Avancini, Schurter, Marotte e Sarrou anche Mathias Flückiger (Thomus RN), Titouan Carod e Filippo Colombo (Absolut Absalon) e Ondrej Cink (Kross Orlen).
 
Alla penultima tornata, il colpo di scena: Henrique Avancini cede e perde terreno dai primi, e poco dopo anche Sarrou e Carod lasciano qualche secondo di spazio. La gara si gioca sull’ultima salita: Flückiger ha accelerato e ha guadagnato qualcosa – racconta Marotte – io non sono riuscito a superare prima del single trail e sono rimasto dietro a Colombo, perdendo qualche metro. In cima sono riuscito a passare, e riportarmi su Nino, ma a quel punto Flückiger era andato.
 
Lo svizzero è riuscito a conquistare il suo secondo Marlene Südtirol Sunshine Race dopo l’edizione 2018: questa volta alle sue spalle è arrivato Nino Schurter (+0.04), davanti allo stesso Marotte che ha superato in volata Cink (+0.11), mantenendo la vetta della classifica generale di Internazionali d’Italia Series. Solo nono Avancini, alle spalle di un Lars Forster (Scott-SRAM) autore di una gara maiuscola in rimonta, ma troppo condizionata da una brutta partenza. Migliore degli italiani è stato Nadir Colledani (MMR), sedicesimo, solo ventiseiesimo un Gerhard Kerschbaumer opaco e mai in lotta per le posizioni che contano.
 
Bello tornare a vincere qui, Nalles mi piace, è un percorso molto naturale, con questa lunga salita su cui mi trovo alla grande, ha raccontato Flückiger, 32 anni, vincitore in carriera in Coppa del Mondo a Mont Sainte-Anne nel 2018 e ad Albstadt nel 2019. Era il mio debutto stagionale, e generalmente faccio un po’ di fatica nelle prime gare: questa volta evidentemente non è stato così, ed è il viatico perfetto verso la prima prova di Coppa del Mondo.
 
Un altro secondo posto, il secondo di fila in gare di Internazionali d’Italia Series, per Nino Schurter, condizionato anche da una caduta senza conseguenze nel primo giro, e comunque soddisfatto del primo blocco di gare stagionale in Italia: È stata una bella gara, impegnativa, e posso essere contento del secondo posto di oggi. Le gambe stanno rispondendo bene, fra Capoliveri e Nalles abbiamo affrontato due gare molto diverse da un punto di vista tecnico: adesso Coppa del Mondo, e in Italia tornerò ad Agosto per dare un altro assalto alla maglia iridata in Val di Sole. 
Loana Lecomte
Loana Lecomte
DONNE OPEN: LECOMTE DOMINA UN PODIO TUTTO IRIDATO
Nelle dichiarazioni della vigilia, Pauline Ferrand-Prevot (Absolute Absalon) non aveva voluto esporsi sulla propria condizione alla quarta uscita stagionale, ma nell’indicare le favorite aveva messo un nome prima degli altri: Loana Lecomte (Massi). La Campionessa Iridata ci aveva visto giusto: la sua connazionale, Campionessa del Mondo in carica fra le Under 23, ha letteralmente dominato una gara Open a grandissime firme.
 
Fin dal via, la Lecomte ha forzato il passo e lasciato la compagnia del resto del gruppo. Alle sue spalle, proprio Ferrand-Prèvot è stata l’unica atleta, insieme a Sina Frei (Specialized Factory Racing) a rimanere inizialmente su distacchi più contenuti, ma già al termine della terza tornata Lecomte passava con oltre un minuto sull’iridata, quasi due su Frei e due minuti e mezzo sul quartetto formato da Anne Terpstra (Ghost Factory Racing), Jolanda Neff (Trek Factory Racing), Mona Mitterwallner (Trek-Vaude) e Kate Courtney (Scott-SRAM).
 
Per la 21enne francese, già vincitrice in Coppa del Mondo fra le Elite a Nove Mesto nel 2020, è stata letteralmente una cavalcata trionfale. Bellissimo vincere qui, ma non mi aspettavo di farlo in questo modo – ha dichiarato Lecomte. – Stavo bene, ma distanziare avversarie di questo livello è veramente un bel segnale in vista della Coppa del Mondo. L’anno scorso la prima vittoria in Coppa è stata importante, ma ogni anno è diverso: questo risultato ha un grande significato per me. In Italia corro poco, ma spero che la cosa cambi in futuro.
 
Non sono ancora al meglio, ma ho avuto buone sensazioni e quindi ho provato a spingere a fondo, ha raccontato invece Ferrand-Prevot, seconda. Loana ha fatto una gara impressionante, e sono davvero contenta per lei e per la Francia: l’obiettivo è essere la squadra da battere per le medaglie a Tokyo.
 
Interessante invece la sfida per la terza piazza dietro a Ferrand-Prevot (seconda a 1.44): a vincerla è stata la giovane austriaca Mona Mitterwallner (+2.05), ancora una volta protagonista di una rimonta impressionante come ad Andora. Sui primi 3 gradini del podio sono così salite tre campionesse del Mondo in carica: Elite (Ferrand-Prevot), Under 23 (Lecomte) e Juniores (Mitterwallner). Quarto posto per Sina Frei (+2.45), quinto per Jolanda Neff (+3.15).

Ottava e migliore delle italiane è stata Chiara Teocchi (Trinity Racing, +4.31): un’altra prova brillante per la bergamasca che ha avuto la soddisfazione di vestire la maglia di leader di Internazionali d’Italia Series nella categoria Open Donne. Solo diciottesima e diciannovesima le due atlete di casa, Greta Seiwald (Santa Cruz-FSA) ed Eva Lechner (Trinx Factory Team).
 
Nella prova femminile delle UCI Junior Series, Sara Cortinovis (Four Es Racing Team) ha confermato su scala internazionale quanto già dimostrato nelle precedenti prove di Internazionali d’Italia Series, prendendosi il terzo successo in altrettante tappe. Alle sue spalle due atlete tedesche: Andrea Kravanja (Stevens Schubert Racing Team) e Sina Van Thiel (RSC Auto Brosch Kempten).
Nalles 2021 Podio Donne Elite
Podio Donne Elite


JUNIOR UOMINI: BOICHIS SI IMPONE DI AUTORITA' NELLE JUNIOR SERIES
L’Italia lo aveva già conosciuto un mese fa ad Andora, quando da favorito era riuscito a lasciarsi tutti alle spalle. A Nalles, il francese Adrien Boichis (Team Passion VTT Venelles) ha dimostrato che non si è trattato di un caso isolato: partendo con il numero 1 nella prima prova stagionale di UCI Junior Series (la Coppa del Mondo di categoria Junior), il francese si è imposto al termine di una gara condotta sostanzialmente da inizio a fine.
 
Fin dal giro di lancio si è messo in evidenza un gruppetto di cinque atleti che avrebbe presidiato le prime posizioni: oltre a Boichis, il connazionale Axel Pourriere (Team Passion VTT Venelles), gli olandesi Tom Schellekens (Hobij Vittoria Team) e Chris Van Dijk (Team Talented) e l’italiano Filippo Agostinacchio (Scott Libarna), leader della classifica di categoria di Internazionali d’Italia Series.
 
Nella seconda tornata, Boichis si è tolto di dosso la concorrenza in un costante crescendo, salvo poi amministrare nell’ultima tornata e concludere con 11 secondi di vantaggio su Van Dijk e 24 su Schellekens. Quarto posto per Pourriere (+0.39) e quinto per Agostinacchio (+0.54), che è riuscito così a conservare il simbolo del primato di Internazionali d’Italia Series, per un solo punto sullo stesso Boichis.

LARGO AI GIOVANI NELLA DOMENICA DI NALLES
Il programma del Marlene Südtirol Sunshine Race 2021 si concluderà domani, domenica 11 aprile, con le competizioni giovanili (Donne Esordienti e Allieve alle 9.00, Uomini Esordienti 1° anno alle 10.00, Uomini Esordienti 2° anno alle 11.00, Uomini Allievi 1° anno alle 12.00 e Allievi 2° anno alle 13.00).
 
PROSSIMA TAPPA: VALLE DI CASIES
Dopo tre appuntamenti nel giro di un mese, Internazionali d’Italia Series si prepara ad una pausa, lasciando spazio ai primi eventi di Coppa del Mondo. La grande MTB tornerà in Italia a giugno, esattamente il 2 e ancora in Alto Adige, con la prima volta di Valle di Casies nel calendario di Internazionali d’Italia Series. A fine giugno, invece, sarà La Thuile ad ospitare il gran finale di una stagione di Internazionali d’Italia Series davvero memorabile.
 
IL CALENDARIO DI INTERNAZIONALI D'ITALIA SERIES 2021
 
Stage 1 - Andora Race Cup - 7 Marzo
Stage 2 - Capoliveri Legend XCO - 5 Aprile
Stage 3 - Marlene Sudtirol Sunshine Race - 10 Aprile
Stage 4 - Valle di Casies - 2 Giugno
Stage 5 - La Thuile MTB Race - 26-27 Giugno
A Nalles la festa è per Mathias Flückiger e Loana Lecomte
photo credits Michele Mondini
1040 visualizzazioni


Ultimi Aggiornamenti

Finale in alta quota a La Thuile per Internazionali d’Italia Series
Confermarsi è più difficile che stupire. Lo sa bene Enrico Martello, apprezzato tecnico della Mountain Bike italiana e responsabile organizzativo di La Thuile MTB Race, la quinta e ultima tappa di Internazionali d’Italia Series in programma sabato 26 e domenica 27 giugno.
Trinacria Race: il video ufficiale
Le bellissime immagini della Trinacria Race, i momenti salienti e le interviste ai protagonisti dell'evento di apertura del Trofeo dei Parchi Naturali 2021. Buona visione!
Ritorna la Marathon degli Aragonesi
Con la ripartenza delle attività sportive non da contatto ritorna sul Pollino la gara più avvincente ed unica, per le sue caratteristiche, dell'intero Trofeo dei Parchi naturali. La Marathon degli Aragonesi si prepara al gran ritorno dopo l'anno di stop forzato a causa del Covid 19
Gran Prix Centro Italia Giovanile: aggiornamento classifiche
Il comitato organizzatore ufficializza le classifiche individuali e di società per quanto concerne l’importante circuito nazionale riservato agli Esordienti (13/14 anni), Allievi (15/16 anni) e Junior (17/18 anni). Ed ovviamente quella di società dove si registra il balzo in classifica del Pedale Fidentino che si colloca al primo posto, scavalcando così l’Ucla 1991. Passo in avanti anche per la Bici Adventure Team e Superbike Bravi Platforms società organizzatrice, ad Esanatoglia, della seconda prova.
Mancano pochi giorni alla prima gara di Cross Country Campana del 2021
Gli organizzatori della Ciclistica Oliveto Citra, ormai pronti da settimane, inaugureranno l'anno, Domenica 9 maggio, con un percorso da vera #crosscountry di 4.6 km e 170 D+ interamente sviluppato nell'area montana attrezzata denominata “Piano Canale”.
Ciocco Bike Circle torna mondiale. Spettacolo Marathon MTB in Garfagnana
Al Ciocco Bike Circle, in occasione del 30° anniversario dal Campionato del Mondo Mtb del 1991, la storia si ripeterà in un nuovo evento iridato che riunirà, per la prima volta in assoluto, i migliori interpreti del fuoristrada amatoriale e li metterà a confronto nei Masters Mountain Bike Marathon World Championships.


Altre Notizie »