Gravel

Tour delle Marche, quarta,quinta e sesta tappa

,



Contina l'avventura marchigiana di Ato e Giorgio. Appunti di viaggio della quarta,quinta e sesta tappa
Amandola-Grottammare, 100 Km-1200 dislivello:
Partiamo con molta calma. Fuori il tempo non ci da tregua: pioggia, ancora pioggia...
Ottima ed abbondante colazione alla pasticceria Belli, sita nella piazza principale di Amandola.
Un gatto “guercio” mi segue da quando usciamo di casa a quando ritorniamo: simpaticissimo!
Finalmente si parte!
Dopo pochi Km squilla il tel del Kapitano: il proprietario del BeB trova la mia divisa ancora appesa in casa e si offre gentilmente di portarmela: grande!
La pioggia perde di intensita’ ed escono meravigliosi e tanto attesi spiragli di sole.
Viaggiare in bici con il sole e’ tutta un’ altra cosa!
Raggiungiamo, tra gli altri, anche un bel paese di nome Tolentino con una delle piazze piu’ belle visitate: campanile con 3 quadranti e con fase lunare.
Il Comandante della Polizia Municipale ci consiglia anche la visita del Duomo di San Nicola, contenente forse erroneamente, un opera del Giotto.
Raggiungiamo verso sera Grottammare Alta, traguardo della ns. quarta tappa

Grottammare-Loreto, 137 Km-1500 dislivello
Finalmente la prima mattina di sole!
Partiamo gasati verso Fermo, paese abbarbicato su una collina con meravigliosa veduta.
Salendo verso fermo sento il mio pedale destro scricchiolare violentemente e giunto nella piazza non posso che accertare la rottura di una vite di tenuta.
Il negozio del paese e’ gestito da 2 ragazzi capaci e simpatici che mi “tarano” la mia Gravel e che mi sostituiscono le pedivelle. Dopo la foto di rito con loro, si riparte.
Verso il tardo pomeriggio raggiungiamo la splendida cittadina di Recanati, patria del poeta Giacomo Leopardi.
Durante le mie scuole elementari, precisamente in IV e con il Maestro Raffaele Marta, studiamo moltissime poesie a memoria che resteranno nei meandri della mia mente per tutta la vita.
Giacomo Leopardi il mio preferito ed appena giunto nel centro di Recanati e sotto la sua statua, non posso che recitare
 “Il Passero Solitario”
Bellissimo!!!!
Si parte per la vicina Loreto, che raggiungiamo in circa mezx’ora di pedalata sostenuta.
Loreto sara’ il traguardo della ns. quinta tappa.
La mattina di oggi, prima di partite per Senigallia, visitiamo la chiesa della Madonna nera, protettrice di tutti gli aviatori.
All’ interno opere maestose e bellissime, tra le quali e per l’ appunto, la Madonna Nera sorvegliata a vista da Polizia privata


Loreto-Senigallia, 135 Km-1650 dislivello
Partiamo da Loreto in discesa con direzione Monte Conero.
L’attacco dello stesso lo raggiungiamo in circa 1,30 h di pedalata sostenuta e da li’ una salita piuttosto ripida e continua ci permette di raggiungerne la vetta in circa 45 min.
In cima al Conero il Kapitano mi dice: “vuoi che scendiamo sui sentieri invece che sulla strada principale?”
“Certo!”, rispondo io
E giu’ con le ns. Gravel da 25 Kg.!
Discesa altamente tecnica anche se affrontata con la MTB, ma divertentissima.
Facciamo qualche ripresa e a volte Giorgio e’ costretto a rifarla per le kazzate che dico.
E quando non le dico si mette da solo a ridere e la ripresa va rifatta comunque.
Di sasso in sasso, raggiungiamo la base del Monte Conero e decidiamo per una buona merenda a Porto Novo, in spiaggia e meravigliati da una vista mozzafiato!
Visitiamo Ancona e proseguiamo per Senigallia. Il ns. alloggio e’ vicino alla famosa “Rotonda sul mare” del compianto Feed Bongusto.
Foto e via per doccia e cena.

Domani ultima tappa Senigallia-Fossombrone.
A domani
passaggio sul Conero
Tour delle Marche, quarta,quinta e sesta tappa
5009 visualizzazioni


Ultimi Aggiornamenti

Il fascino del Parco Nazionale del Pollino e’ di nuovo in scena il 17 luglio
Il Parco Nazionale del Pollino, con il suo fascino incontaminato ed il suo patrimonio naturalistico sterminato è la giusta location per la mountain bike e per tutti gli appassionati delle ruote grasse. Da tanta bellezza trae linfa vitale, per il ventunesimo anno , la Pollino Marathon , una manifestazione che, oltre che alle capacità organizzative del suo team, deve tutti questi anni di vita al proprio territorio.
Tricolori XCE a La Thuile: titoli a Tormena e Agostinacchio
Il programma di La Thuile MTB Race ha vissuto una conclusione all’insegna delle emozioni nella giornata di domenica 26 giugno, dedicata alle prove di Cross Country per le categorie Esordienti e Allievi, e ai Campionati Italiani di Cross Country Eliminator.
A Moschiano cresce l’attesa per il battesimo della nuova Moschiano Race Marathon
Nonostante qualche piccola difficoltà, procede a pieno ritmo l’allestimento e la preparazione della Moschiano Race Marathon che, per questa edizione, vedrà un imponente sforzo organizzativo da parte della Moschiano Mtb Adventure.
Italia sull’Olimpo, anzi, sull’Olympia. Marzio Deho campione del mondo assoluto. Andrea Righettini e Stefano Dal Grande vincitori della Dolomitica Marathon
ulla linea di partenza della Pineta, nella mattinata di oggi, sabato 25 giugno, c’era il mondo. Trenta nazioni rappresentate, 800 i partenti.In palio c’era la maglia iridata per la categorie master mtb, quella maglia dal fascino irresistibile: indossarla è un sogno, viverla, un’avventura unica. Per tutti e per tutto il mondo.
La Thuile esalta Luca Braidot e Martina Berta Il friulano e Giada Specia nuovi campioni di IIS
Con il gran finale di La Thuile, sabato 25 giugno si è conclusa la stagione 2022 di Internazionali d’Italia Series, il più importante circuito italiano di Cross Country MTB, che anche quest’anno ha offerto gare e protagonisti ai massimi livelli della disciplina a livello mondiale negli appuntamenti di San Zeno di Montagna, Nalles e Capoliveri, fino alla conclusione in Valle d’Aosta.
Il 23 ottobre preparatevi per entrare nella Leggenda.
Da oggi sono ufficialmente aperte le iscrizioni per la quinta edizione della Castro Legend Cup, da quest’anno finalissima tra i Trofei d’Italia: X-Legend.


Altre Notizie »