Team Selle Italia Guerciotti Elite

Ciclocross, Campionati italiani a Schio : l'U23 Dorigoni punta al titolo Elite

,



GuerciottiQuesto  week-end  è caratterizzato dai  Campionati  italiani di ciclocross a Schio, in Veneto. Tutti gli alfieri Selle Italia-Guerciotti-Elite gareggeranno per puntare al tricolore nella giornata di domenica 12  gennaio. 
Gabriel  Fede punterà al titolo italiano juniores, Stefano Sala a quello degli elite, Federico Ceolin  gareggerà  tra  gli  under  23.  Nicole  Fede,  Alessandra  Grillo  e Francesca Baroni disputeranno la corsa delle under 23.

E’ un under 23 anche l’altoatesino Jakob Dorigoni, che però ha deciso di competere per conquistare la maglia tricolore degli elite. Dorigoni è nato nel 1998  e  quella  in  corso  è  la  sua  quarta  ed  ultima  stagione  invernale  di appartenenza  alla  categoria  under  23.  Nelle  tre  precedenti  Dorigoni  ha sempre vinto il titolo italiano under 23 (in passato aveva conquistato la maglia tricolore anche da allievo e junior) .

La  Struttura  Tecnica  della  Federazione  Ciclistica  Italiana  ha  autorizzato Dorigoni e competere tra gli elite a Schio 2020.
Le motivazioni che hanno indotto il plurititolato altoatesino, in perfetta sintonia con le strategie Selle Italia-Guerciotti-Elite, ad optare per la gara elite in cui sfiderà atleti più anziani ed esperti sono molteplici. C’è anche un’esigenza cromatica. 

In merito alla specialità ciclocross l’azzurro di Vadena rimane under 23 fino a febbraio. Significa che in caso di vittoria tra gli under 23 a Schio potrebbe mostrare la maglia tricolore solo per le settimane di fine inverno 19-20, e non da ottobre 2020, periodo d’inizio della nuova stagione invernale.
Se a Schio si laure Campione nazionale elite, a ottobre – con tessera elite - può correre in maglia tricolore essendo detentore del titolo.

Inoltre Dorigoni gareggia spesso in prove Superprestige open in cui la maglia da  Campione  nazionale  la  indossano  i  detentori  del  titolo  elite,  mentre  i Campioni nazionali under 23 sono costretti a correre con maglia sociale.
E’ anche una scelta di prestigio: avere 21 anni e vincere il titolo elite, potendo veicolare la maglia nelle gare open come simbolo di vittoria assoluta nella principale  competizione  nazionale  è  sicuramente  gratificante. 
Diventa  una maglia tricolore che galvanizza chi la indossa. 

In  caso  di  successo  di  Jakob  domenica  12  gennaio  nella  gara  elite  ci sarebbero meriti anche per le scelte strategiche della squadra. “Noi –precisa Alessandro Guerciotti, team manager Selle Italia Guerciotti – siamo contenti di aver recuperato Dorigoni dal punto di vista atletico. Quando in settembre si è rotto lo scafoide del braccio sinistro non pensavano ad un suo recupero così veloce. Nelle recenti competizioni internazionali Jakob ha dimostrato di aver raggiunto una condizione eccellente. Paradossalmente può essere stato un  bene  aver  iniziato  la  stagione  agonistica  del  cross  oltre  la  metà  di novembre: non si è spremuto ed è pronto a dare il meglio in questo mese, che è quello dei Mondiali”.
Dorigoni non è il primo under 23 griffato Selle Italia-Guerciotti-Elite che va a sfidare professionisti ed elite dilettanti nella gara per il titolo italiano: l’aveva fatto in passato Gioele Bertolini.
Ciclocross, Campionati italiani a Schio : l'U23 Dorigoni punta al titolo Elite
9894 visualizzazioni


Ultimi Aggiornamenti

Internazionali d’Italia, Daniele Braidot e Martina Berta dettano legge a La Thuile
Se c’è qualcosa che La Thuile MTB Race ha saputo dimostrare nelle sue prime quattro edizioni è che i suoi verdetti non mentono mai. Il coefficiente fisico e tecnico del circuito disegnato da Enrico Martello, che sabato 3 giugno ha ospitato la quarta tappa di Internazionali d’Italia Series 2023, ha infatti espresso sempre indicazioni precise in vista della fase centrale della stagione MTB.
Marathon degli Aragonesi: un altra faccia del Pollino
Domenica 4 giugno ritorna il Trofeo dei Parchi Naturali con la nona edizione della Marathon degli Aragonesi. La prova calabrese sinonimo della mitica salita dell'Imperticata quest'anno cambierà completamente faccia. La temuta salita, una delle più iconiche del Trofeo dei Parchi, non ci sarà.
Trinity cala i suoi giovani assi: Boichis, Magnier e Malacarne attesi alla prova di La Thuile
Thomas Pidcock, Christopher Blevins, Haley Batten: questi sono soltanto alcuni dei nomi lanciati nel gotha della Mountain Bike dal Team Trinity Racing. Dal 2022 la squadra britannica ha sposato un nuovo progetto che ha coinvolto altri talenti a livello giovanile, dai transalpini Adrien Boichis e Paul Magnier al brasiliano Alex Malacarne. Un tris che con la sua esuberanza potrebbe scombinare i piani dei favoriti di La Thuile MTB Race, la quarta e penultima tappa di Internazionali d’Italia Series in programma sabato 3 giugno in Valle d’Aosta.
A Viggiano per la sesta volta di scena il Trofeo XCO delle due Pinete, campionato regionale cross country FCI Basilicata
Il Trofeo XCO delle due Pinete, arrivato quest’anno alla sesta edizione, si ripropone come uno degli appuntamenti più importanti per tutto il settore che ruota intorno al ciclismo fuoristrada.
Bikepacking sui percorsi del Sicily Divide
Tre Amici e un'Avventura in bici. Il racconto di un viaggio tra le bellezze della Sicilia, lungo le strade del Sicily Divide
Successo a tutto tondo per la quarta edizione della XCO Monti di Eboli
La XCO Monti di Eboli ha dato un esito più che eclatante sotto l’aspetto della partecipazione record (200 atleti) da quasi tutte le regioni d’Italia: merito dell’organizzazione curata in prima persona dalla Rampikevoli Mtb, supportata dalla Comunità Emmanuel, per una manifestazione di mountain bike cross country all’insegna della tradizione e del rinnovamento che l’hanno vista sempre più apprezzata dagli addetti ai lavori e dagli appassionati del ciclismo fuoristrada.


Altre Notizie »