Trofeo dei Parchi Naturali

Marathon dei Monti Ausoni e Lago di Fondi: piovono premi…e non solo

,
photo credits ©elisabetta ciminelli - video: giulio carbone
2289 visualizzazioni


Trofeo dei Parchi NaturaliArrivare a Fondi per disputare la finale è una gran bella sfacchinata per la maggior parte degli atleti del Trofeo dei Parchi Naturali. Arrivati al villaggio Marathon, però, il clima festante di atleti che ormai da mesi rimandano di domenica in domenica la loro “rimpatriata”, sminuisce la fatica della trasferta.
Quello che, invece, si percepisce benissimo è la tensione di chi ancora può fare qualcosa per entrare o migliorare la propria posizione in top5 del TPN. Una tensione destinata a salire nelle ore che precedono lo start, con lo smartphone in mano e gli occhi sulle previsioni meteo che ad ogni aggiornamento non fanno che peggiorare.


L’indomani, il fruscio della pioggia fa da sveglia agli atleti già giunti a Fondi dal sabato e chi ancora deve giungere inizia a tempestare di telefonate. Risultato: un po' di partenti persi e tanto nervosismo ma la voglia di dare il via è tanta. C’è una stagione da chiudere e degli atleti che hanno girato in lungo e largo da premiare. La riunione tecnica tra organizzatori e giudici dura poco. Non ci sono evidenti fattori di rischio.
La pioggià è tanta ma costante e il rischio temporali è ormai archiviato.
Si Parte! Tutti dirottati sul percorso point-to-point ma si parte.

Piove sì, ma la mtb si sa non è la pista.
In questa prima domenica di autunno a Fondi piove e piove sempre.
Piove sulle griglie di partenza.
Piove dopo la prima ora di gara.
Piove quando ormai anche l’ultimo atleta è arrivato al traguardo.

All’arrivo la maggior parte degli atleti sono irriconoscibili, il fango copre la stanchezza e, soprattutto, tutta la tensione accumulata dopo aver affrontato una tappa tanto tecnica in quelle condizioni.
Il leader del TPN Italo Carnevale (Paola Bike Team), sicuro della maglia leader già cucita addosso, si fa sfilare i tre gradini più alti del podio, e chiude la tappa con un 4° posto che va benissimo quando il primo obiettivo è portare a casa tutte le ossa integre.
Giovanni Gatti
Più scaltri e spericolati, invece, i tre di testa: Giovanni Gatti (TEAM CASTELLO BIKE-RACE MOUNTAIN), Stefano Capponi (PRO BIKE RIDING TEAM) e Giuseri Samuele (TEAM CASTELLO BIKE-RACE MOUNTAIN).
Tra le donne, ormai è inutile dirlo, domina Maria Lucia Minervino ma grande plauso va dato anche alla sua unica rivale di giornata, Cinzia Micco (G.S.C. MOIANO-BN) che non ha mollato portando a termine l’impresa.

Per la classifica point-to-point, nonostante gli atleti di casa alle costole, Angelo Tagliente (CICLISPORT2000 TEAM) va ancora a segno. I due laziali, Maurizio Iacovacci e Gianmarco Lauretti (Cicli Rebikesnc), non possono che accontentarsi della seconda e terza piazza.
Con il 4° posto assoluto, e una delle migliori prestazioni di stagione, Massimo Santarsiero termina il suo TPN in testa alla categoria M2(Percorso Medio).
Non è bastato, invece, il 5° posto di tappa a Simone Spinella (SPECIAL BIKERS ELIOS CODE FACTORY RACING) per conquistare la vetta della classifica TPN categoria JUNIOR.

Classifiche Complete

In quel di Fondi piovono anche premi.
Il TPN, infatti, giunto al finale, ha premiato tutti i suoi leader e gli atleti in top5 con i Telai dello Sponsor Tecnico Cicli Elios, le maglie leader firmate CiEmmeBikeWear, Caschi e Occhiali offerti da Bike&Sport, Copertoni CST, Pedalini, Buoni Abbonamento, Buoni MTB Magazine.
Con la solita nostalgia di chi non vede l’ora di finire ma poi inizia a fare il conto alla rovescia fino all’anno successivo, il direttivo del TPN saluta i suoi atleti sapendo che è tempo di tirare le somme.

Classifica Finale TPN2019

Partendo dalle criticità della stagione passata, ma anche da quanto di bello è stato fatto, è già arrivato il momento di mettere qualche punto fermo sulla stagione 2020.


2289 visualizzazioni




Ultimi Aggiornamenti

MediterraneoCross: l'8 Dicembre a Bisceglie per la 22° Coppa Città di Bisceglie – 9° Memorial Peppino Preziosa
Ultimi ritocchi al percorso che il prossimo 8 Dicembre vedrà impegnati circa 200 ciclopratisti alla 22° Coppa Città di Bisceglie – 9° Memorial Peppino Preziosa. La Polisportiva dilettantistica “Gaetano Cavallaro” sta apportando gli ultimi ritocchi per garantire un alto livello tecnico e spettacolo per tutti.
Dorigoni trionfa nel fango di Brugherio
Jakob Dorigoni ha regalato alla Selle Italia-Guerciotti-Elite un successo importante. Il corridore altoatesino ha vinto per distacco la prova di Brugherio del Master Internazionale Smp di ciclocross.
Master Cross SMP: Dorigoni su Bertolini e Fontana nel fango e nella pioggia di Brugherio
Ad un passo da Milano si sono svolte gare di altissima qualità, tutte combattute dall’inizio alla fine. La copertura in diretta web nella mattinata e le due gare clou su Rai Sport hanno dato la possibilità a tutti gli appassionati e non solo di scoprire questa disciplina da vicino.
Sasha Weber e Francesca Baroni infiammano il GP Guercioti
Lo sprint del tedesco Sascha Weber e la tenacia di Francesca Baroni hanno contraddistinto l’edizione numero 41 del Gran Premio Mamma e Papà Guerciotti internazionale di ciclocross.
GP Guerciotti: i principali protagonisti
L’organizzazione del Gran Premio Guerciotti ha riservato a Bertolini il numero 1. Alla competizione open femminile parteciperà la bergamasca Chiara Teocchi che nel ciclocross è stata Campionessa d’Europa delle under 23. Ora Chiara è della categoria elite.
Taveggia: Idroscalo degno del Mondiale
Il presidente dell’Istituzione Idroscalo è Paolo Taveggia, 67 anni, milanese e grande uomo di sport. Ha infatti lavorato per il Milan durante la presidenza di Silvio Berlusconi, poi con ruolo di notevole responsabilità nelle organizzazioni dei Campionati del Mondo di calcio di Italia ’90 e Stati Uniti ’94. Dal ’95 ha lavorato per l’Inter di Massimo Moratti. Le sue esperienze professionali riguardano soprattutto il calcio, ma Paolo Taveggia va considerato tuttologo dello sport.


Archivio completo »