Trofeo dei Parchi Naturali

TPN: a Fondi il gran finale

,



Trofeo dei Parchi Naturali MTBIl Trofeo dei Parchi Naturali cala nuovamente il suo sipario a Fondi con la “Marathon dei Monti Ausoni e Lago di Fondi”.
Un appuntamento, quello laziale, che nonostante l’età ha ancora nuove cose da dire e percorsi da far scoprire.
Tracciati rinnovati e un anno di stop hanno sicuramente contribuito ad accendere l’attesa per il gran ritorno.


Se tra gli uomini di categoria si potrà ancora accendere qualche testa a testa per l’ingresso in topfive, per i due leader generali quella di domenica sarà una tappa di controllo, quasi una passerella.
Italo Carnevale e Maria Lucia Minervino, infatti, vedono incontrastato ormai da molte tappe il loro dominio assoluto.

I 60 chilometri di Fondi, in parte rinnovati rispetto all’ultima edizione, non regaleranno comunque sconti a nessuno: nonostante il dislivello leggermente più benevolo rispetto ad altre tappe del trofeo, la tappa del lago si presenta dura e ricca di insidie.
Il 22 settembre, però, non si potrà dare spazio alla fatica e allo stress accumulato durante tutta la stagione. A denti stretti, tutti gli atleti del TPN daranno il tutto per tutto per salire sul podio più importante della stagione e per confermare i risultati di un anno di sacrificio, ma anche di gran divertimento.

D’altronde, si sa, questo sport è così: ti diverte mentre ti massacra e non poteva esserci appuntamento migliore di quello di Fondi per dare l’ultima fatica ma anche una grande giornata di festa agli atleti del TPN.
Saranno premiati i primi 5 di ogni categoria (Percorso Lungo e Medio), i due leader assoluti, i migliori 5 team.
Abbonamenti, trofei, materiale tecnico e naturalmente, i telai Elios HP, faranno da cornice al gran gala.

Le iscrizioni rimarranno aperte sul sito www.mtbonline.it fino alle 22 del 20/09/2019.
TPN: a Fondi il gran finale
5404 visualizzazioni


Ultimi Aggiornamenti

#lamarathon, Floresta alza l'asticella
Marathon di Floresta, #lamarathon che da sei anni, riesce a colorare le viuzze del paese di Floresta. Oltre quattrocento biker, tra i più piccoli, il sabato, e i più grandi, la domenica, hanno animato questo piccolo gioiello in alta quota, un luogo difficile da raggiungere ma, di certo, ancor più difficile da salutare.
Risatti e Pietrovito Re e Regina del Baldo
Oggi domenica 3 luglio è stato il giorno del debutto della Monte Baldo Bike, la gara di mtb organizzata dalla S.C. Avio in collaborazione con l’Azienda per il Turismo Rovereto Vallagarina e Monte Baldo, per conoscere ed apprezzare, attraverso la passione a due ruote, uno degli ambienti più interessanti dal punto di vista naturalistico in Trentino.
La Bike fa festa sul Baldo
Il Monte Baldo è pronto ad ospitare la prima della “Monte Baldo Bike", il nuovo evento dedicato alla mtb organizzato per questo fine settimana dalla S.C. Avio in collaborazione con l’Azienda per il Turismo Rovereto Vallagarina e Monte Baldo, per conoscere ed apprezzare, attraverso la passione a due ruote, uno degli ambienti più interessanti dal punto di vista naturalistico in Trentino.
Matese Extreme Point to Point in fervente attesa e quell’edizione 2020 post lockdown firmata da Alexey Medvedev
Organizzata dalla Matese Bike Team, corre veloce il conto alla rovescia a Castello del Matese verso la quinta edizione della Matese Extreme Point to Point il cui svolgimento, previsto per domenica 3 luglio, bussa alle porte.
Trofeo XCO delle Due Pinete: a Viggiano il meglio della mountain bike nazionale con la Coppa italia Giovanile
Da giorni Viggiano è in continuo fermento per preparare ed accogliere nel migliore dei modi la quinta edizione del Trofeo XCO delle Due Pinete in programma domenica 3 luglio.
Il fascino del Parco Nazionale del Pollino è di nuovo in scena il 17 luglio
Il Parco Nazionale del Pollino, con il suo fascino incontaminato ed il suo patrimonio naturalistico sterminato è la giusta location per la mountain bike e per tutti gli appassionati delle ruote grasse. Da tanta bellezza trae linfa vitale, per il ventunesimo anno , la Pollino Marathon , una manifestazione che, oltre che alle capacità organizzative del suo team, deve tutti questi anni di vita al proprio territorio.


Altre Notizie »