Dolomiti Superbike

La carica dei 4300 alla Dolomiti Superbike

,
photo credits ©NewsPower


Mara Fumagalli Campionessa dalla A alla Z


Dolomiti SuperbikeSabato 13 luglio 25.a Südtirol Dolomiti Superbike
Intervista alla neo campionessa europea Mara Fumagalli
Percorsi al via di 113 km (ore 7.30) e 60 km (ore 8.45)


Sono circa 4300 i bikers previsti alla partecipatissima 25.a Südtirol Dolomiti Superbike di Villabassa, suddivisa nei percorsi di 113 km (ore 7.30) e 60 km (ore 8.45), pronta ad emozionare nella giornata di sabato.
Il portoghese Tiago Ferreira è fresco campione europeo, Samuele Porro vicecampione europeo e campione italiano nonché vincitore della passata edizione, senza dimenticare il tocco sudamericano di Leonardo Paez, vincitore delle edizioni 2016 e 2006, e del compagno di squadra Diego Arias Cuervo.

Ma a far notizia è anche la presenza della ‘campionessa operaia’ Mara Fumagalli, capace di allenarsi giornalmente conciliando la propria passione per la mountain bike con otto ore di lavoro in fabbrica (da 15 anni), e di laurearsi campionessa europea (ed italiana): “Ho iniziato ad andare in bici quando avevo 18 anni, mio cugino era nazionale e così per gioco mi sono appassionata ed è iniziato il tutto”, afferma una raggiante Mara.

“La Dolomiti Superbike è una gara splendida, il tracciato non è troppo complicato e attira tanti amatori che possono affrontare l’intero percorso, senza rischi. Le strade sono larghe senza particolari tratti tecnici e il percorso è adatto veramente a tutti”, confermando il diktat di “manifestazione alla portata”, non solo per i campionissimi delle ruote artigliate: “Inoltre è una gara storica da oltre 20 anni, solo le migliori durano nel tempo”.

Come sarà ritrovare praticamente le stesse avversarie dell’Europeo? “Ce ne saranno di nuove e spero che alcune non vengano! Sarà dura, ma una soddisfazione unica gareggiare nelle vesti di campionessa europea. Come avversarie principali vedo Katazina Sosna, specialista delle gare pianeggianti e forse la Dolomiti è per lei, io e lei ci confrontiamo tutto l’anno, Elena Gaddoni e le altre straniere”.

4300 partecipanti, come se lo spiega? “Credo vengano premiati l’organizzazione impeccabile e i luoghi meravigliosi, e credo che, per quanto dura, possa essere divertente per chiunque, non ha tratti troppo tecnici o salite troppo difficili, è proprio un percorso bello da fare”.

Mara Fumagalli è atleta nel pieno della maturità: “Ora ho trovato il mio equilibrio mentale, la testa fa il 70% del lavoro ma senza allenamento non vai da nessuna parte. Lavoro in fabbrica 8 ore al giorno, a turni settimanali mattutini o serali, e cerco di far conciliare le due cose. Devo timbrare il cartellino come tutti, fortunatamente il mio capo è presidente di una squadra di triathlon, mi capisce e mi concede permessi per gare importanti e quando parto con la nazionale”, conclude la Fumagalli.

La biker lecchese è protagonista di un movimento (quello della mtb nostrana) che sta andando molto bene: “I nostri ragazzi hanno grandi qualità, i miei preferiti sono Samuele Porro, Juri Ragnoli, Daniele Mensi (tutti presenti alla Dolomiti Superbike, ndr), il nostro successo è motivo di orgoglio”.

Tanti traguardi raggiunti e successi prestigiosi per Mara, ne manca soltanto uno…

Per info: www.dolomitisuperbike.com/it
La carica dei 4300 alla Dolomiti Superbike
photo credits NewsPower
5430 visualizzazioni


Ultimi Aggiornamenti

Risatti e Pietrovito Re e Regina del Baldo
Oggi domenica 3 luglio è stato il giorno del debutto della Monte Baldo Bike, la gara di mtb organizzata dalla S.C. Avio in collaborazione con l’Azienda per il Turismo Rovereto Vallagarina e Monte Baldo, per conoscere ed apprezzare, attraverso la passione a due ruote, uno degli ambienti più interessanti dal punto di vista naturalistico in Trentino.
La Bike fa festa sul Baldo
Il Monte Baldo è pronto ad ospitare la prima della “Monte Baldo Bike", il nuovo evento dedicato alla mtb organizzato per questo fine settimana dalla S.C. Avio in collaborazione con l’Azienda per il Turismo Rovereto Vallagarina e Monte Baldo, per conoscere ed apprezzare, attraverso la passione a due ruote, uno degli ambienti più interessanti dal punto di vista naturalistico in Trentino.
Matese Extreme Point to Point in fervente attesa e quell’edizione 2020 post lockdown firmata da Alexey Medvedev
Organizzata dalla Matese Bike Team, corre veloce il conto alla rovescia a Castello del Matese verso la quinta edizione della Matese Extreme Point to Point il cui svolgimento, previsto per domenica 3 luglio, bussa alle porte.
A Castello del Matese un ricco clichè per la quinta edizione della Matese Extreme Point to Point
Domenica 3 luglio la quinta edizione della Matese Extreme Point to Point sarà un evento imperdibile per il grande circus della mountain bike campana in seno al Giro della Campania Off Road.
Trofeo XCO delle Due Pinete: a Viggiano il meglio della mountain bike nazionale con la Coppa italia Giovanile
Da giorni Viggiano è in continuo fermento per preparare ed accogliere nel migliore dei modi la quinta edizione del Trofeo XCO delle Due Pinete in programma domenica 3 luglio.
A Floresta, le ruote grasse saranno le protagoniste assolute
Saranno tre giorni di festa con un minimo comune denominatore: la mountain bike. Venerdì alle 18 si entrerà nel vivo dell’evento organizzato dalla ASD Bike 1275 con una conferenza stampa presso Palazzo Landro Scalisi. Dalle parole, sabato e domenica si passerà ai fatti, sui tracciati di gara.


Altre Notizie »