Dolomitica Bike

Dolomitica Bike 2019, giovane e bellissima

,


Tra Pinzolo e Madonna di Campiglio, la sesta edizione della più bella promette scintille. Percorsi, presenze, anticipazioni alla vigilia della Dolomitica Brenta Bike 2019, terza tappa del Circuito Trentino MTB.


Dolomitica Bike 2019Ci siamo. Domani, domenica 30 giugno, tra Pinzolo e Madonna di Campiglio, si corre la sesta edizione della Dolomitica Brenta Bike, gara tra le più belle in assoluto dal punto di vista paesaggistico di tutto il Nord Italia e terza tappa valida per il Circuito Trentino MTB.

Sebbene il trend veda presenze in calo in tutte le gare e la concomitanza con il Campionato Italiano Marathon in Abruzzo, Dolomitica Bike si prospetta un evento dal grande potenziale in un’interessante fase di cerscita: superati abbondantemente i 500 iscritti alla vigilia. Tra le presenze di spicco da inseguire, i leader del Circuito Andrea Righettini (Olympia Factory Team) e Lorena Zocca (SC Barbieri) che difenderanno le rispettive maglie.

Sulla linea di partenza di Piazza San Giacomo, anche uno special guest di casa: il campione Marco Melandri che interpreterà la gara con la e-bike. Partenza ore 9:30 per chi ha scelto il Marathon. Seguirà il via per gli atleti del Classic. I percorsi, curati con amore dai volontari del progetto “Dolomitica Trail Care” dopo le ferite della tempesta Vaia, si presentano in tutta la loro bellezza e soprattutto, sicurezza. L’identikit del Dolomitico Brenta Biker? Scalatore viste le salite, con buona resistenza vista la lunghezza ed il dislivello, ma anche tecnico, visti i tratti in discesa con i vari single track tutti da interpretare con estrema sapienza. In poche parole, un atleta completo sotto tutti i punti di vista.

I PERCORSI, “STRABELLI”!

Immane è stato lo sforzo di questi ultimi mesi, appena il disgelo lo ha permesso, delle decine di volontari del progetto “Dolomitica Trail Care” e delle squadre di professionisti del Comune di Pinzolo, per ridare identità ai moltissimi sentieri stravolti dagli alberi caduti durante la tempesta Vaia. Il risultato è sontuoso. Un percorso perfettamente confortevole, segnalato puntualmente, corredato di tutto ciò che può garantire, in primis, la sicurezza degli atleti.
La Dolomitica Brenta Bike si presenta così in tutta la sua bellezza, annoverandosi senza dubbio tra le più suggestive competizioni mtb dal punto di vista paesaggistico di tutto il Nord Italia e delle Dolomiti Patrimonio UNESCO. Si parte da Pinzolo e si interpretano tracciati spettacolari tra i boschi del Brenta di Madonna di Campiglio. Due sono i percorsi: il Marathon di 62 km e 2400mt di dislivello èil percorso che porta sulle vette dolomitiche, con un inedito passaggio, per quanto riguarda l’ambito di Madonna di Campiglio, al Lago Montagnoli, mentre viene riproposto, tra quelli piùsuggestivi, quello nell’area Monte Spinale. Per chi non sceglie il Marathon, c’èil Race, di 31 km e 1200mt di dislivello, il percorso veloce con passaggio a Madonna di Campiglio e il Ride, lo stesso percorso Race ma dedicato a chi vuole godersi le bellezze naturali. Passaggi salienti del tracciato, l’impegnativa salita Campiglio - Malga Fevri, mentre in discesa, si segnalano il segmento Malga Vagliana - Mondifrà, e il single track da Campiglio a Mavignola. In questi tratti si farà la gara.
Sono molti che nei giorni scorsi hanno provato in anteprima i percorsi. Tra questi l’atleta trentino Christian Pallaoro(OMAP Cicli Andreis): “E’ strabello! Una cartolina. La parte nuova poi, è uno spettacolo. Percorso bellissimo, paesaggi shock, è fantastico quando arrivi in cima e vedi ancora la neve tutt’intorno che si scioglie tra il verde dei pascoli. Il tracciato è segnalato benissimo, con molta cura. Ciò ti permette di concentrarti sulla tua gara. Questo è davvero importante”.Abbiamo chiesto a Christian quali sono i suoi obiettivi per domenica: “Io punto al podio. Devo dire che questi posti fanno la differenza. Correre con questi scenari ti dà una motivazione maggiore e uno spirito diverso. L’umore quindi è top. Vedremo la forma domani”.
Anche Marzio Deho (Olympia Cicli) al termine del suo giro di ricognizione, plaude al tracciato: "Paesaggisticamente stupendo, in complesso abbastanza duro ma pedalabile, discese con diversi single track belli e soprattutto divertenti".


PRESENZE, TUTTO MOLTO INTERESSANTE
Domani, sulle Dolomiti di Brenta, farà caldo, anche se i chilometri al fresco tra i boschi sono tutt’altro che insignificanti. Allo spettacolo sono attesi i leader del Circuito Trentino MTB Andrea Righettini (Olympia Factory Team) e Lorena Zocca (SC Barbieri). Mentre Righettini detiene la maglia di leader fin dalla prima tappa di Ala, Lorena Zocca l’ha strappata dopo la 100km dei Forti a Chiara Burato, assente domani perché impegnata in altri lidi.
Dopo la seconda tappa del Circuito Trentino MTB, ecco chi, domani alla Dolomitica Brenta Bike dovrà difendere la maglia di leader nelle rispettive categorie: oltre a Lorena Zocca e ad Andrea Righettini, per gli Elite Alessandro Meneghini (ASD Chero Group Tema Sfrenati), Elia Andriollo(GS Lagorai Bike) per gli Junior, in forse la presenza di Francesco Vaia del Team Tedesco in categoria Master 1, Andrea Zamboni della Carina - Brao Caffè in categoria Master 2, Luca Zampedri, Team Tedesco per la categoria Master 3, Marco Giovanetti (Acd Bik Bike) per la categoria Master 4, Michele Bazzanella della Todesco per la categoria Master 5 e Piergiorgio Dellagiacoma della Carina - Brao Caffè per la Master 6+.
Lorena Zocca, a Pinzolo, è di casa: “Dopo le due vittorie assolute nelle prime due edizioni della Dolomitica ed altrettanti podi nelle successive, posso dire di conoscerla bene, una gara bellissima ed unica nel suo genere. Dura quanto basta e dai panorami mozzafiato”. Lorena parla anche del suo Circuito 2019: “Mi sono presentata alla prima tappa di Trentino MTB, la Passo Buole, in condizioni non ottimali a causa di un incidente la settimana precedente in cui avevo rimediato delle brutte contusioni alle gambe. Anche se sapevo che per me sarebbe stata una giornata difficile per i postumi della caduta non ho voluto mancare.Alla 100 km dei Forti avevo aspettative maggiori. Nel 2018 avevo fatto l'en plein con la vittoria assoluta del Marathon (per la quarta volta) e la conquista della leadership di Trentino MTB, sia assoluta che scalatore. Poi però a causa di concomitanze con i successivi impegni dei campionati nazionali, europei e mondiali ho abbandonato il circuito. Quest'anno, con il terzo posto assoluto del Marathon, per quanto riguarda il circuito sono riuscita a ripetermi andando ad indossare la maglia rosa dell’assoluta”.
Da parte sua, Andrea Righettini non intende cedere lo scettro: “La prima tappa è stata una piacevole sorpresa, ho vinto, ho preso la maglia di leader ed è stata una bellissima soddisfazione anche perché quella salita lunga mi faceva paura.Mi sentivo bene e sono riuscito a fare una bella gara chemi ha dato il giusto morale per il proseguo. Nella 100km dei Forti, a differenza della prima la gara, molto più lunga, ho provato a difendermi, limitando i danni. E’ stata comunque una bella esperienza che mi serve per il futuro, anche perché voglio migliorare nelle gare più lunghe. Il mio obiettivo per la Dolomitica è ovviamente difendere la maglia e fare una bella gara, dando ilmegliodi me stesso come sempre. Proverò a vincere visto che la forma mi sembra buona. Vediamo se gli avversari sono della stessa opinione”.
Sulla linea di partenza anche Kevin Fantinato (Team Bsr) e Michael Wohlgemuth (Wilier 7C Force) nella Open e nella Elite Donne, Simona Mazzucotelli (GS Massì Supermercati) e Debora Piana (Metallurgica Veneta - GT Trevisan).
Per quanto riguarda i team, la Todesco deve difendere la leadership del Circuito e quindi è ben rappresentata. Presenti in forze anche la Lissone MTB Asd, l’OMAP Cicli Andreis con Agostino Andreis, la Carina - Brao Caffè e la Vertical Sport KTM Team.
Visti i percorsi, proviamo ad abbozzare l’identikit del Dolomitico Brenta Biker: scalatore viste le salite, con buona resistenza vista la lunghezza ed il dislivello, ma anche tecnico, visti i tratti in discesa con i vari single track tutti da interpretare con estrema sapienza. In poche parole, un atleta completo sotto tutti i punti di vista.
Azzardiamo quindi, un pronostico della vigilia sui nomi che potrebbero fare la gara: Righettini, molto abile in discesa, Fantinato, che può spaccare la corsa già sulla prima salita, Deho, con la sua esperienza, Pallaoro, con il suo buon stato-psico fisico e forte del suo 4° posto, lo scorso anno, dietro il trio DMT Ferreira, Dias e Becking.

SPECIAL GUEST: MARCO MELANDRI
Il campione sarà sulla linea di partenza e interpretare il percorso Dolomitico con la sua e-bike. A due settimane dalla Dolomitica Brenta Bike, il campione MotoGP Marco Melandri aveva provato i percorsi di gara al cospetto delle Dolomiti di Brenta. Melandri oggi vive a Carisolo in Val Rendena. Ha scelto di mettere radici in questo luogo non solo per far crescere sua figlia "in luogo fatato”, ma anche perchémolteplici sono i benefici a favore della sua preparazione atletica. Marco ama la bici, sia da corsa che mtb, ma non disdegna gli aspetti propedeutici della e-bike. Al di làdi questo, "da amante dello sport, qui non ti annoi mai - ha detto il campione - qualsiasi cosa tu voglia fare, puoi farlo ed èsempre uno spettacolo. Questo èun sogno, oltre ad essere un valore aggiunto per la salute”.

IL “MATRIMONIO” CON LA TOP DOLOMITES GRANFONDO

Nel pacco gara della Dolomitica Bike verràinserito un voucher che assicura un pettorale gratuito alla Top Dolomites Granfondo del prossimo8 settembre.Dolomitica Bikee la Top Dolomites, gara di bici da strada, un evento completamente unico nel suo genere nelle meravigliose vallate tra le Dolomiti del Brenta e il Lago di Garda sono due gare autorevoli, due gare di bici, che inneggiano alla bellezza dello scenario dolomitico.Per chi ama la bicicletta e tutto ciòche essa rappresenta, per chi ama questi luoghi di straordinario valore paesaggistico, il “matrimonio” tra Dolomitica Bike e Top Dolomites Asd èun’occasione assolutamente imperdibile

ANCHE ALLA DOLOMITICA "RIDE WITH ALEX"
Da una ventennale esperienza maturata su oltre 500 campi di gara, in tutta Italia, con MTBonline.it e il sistema  di  timing  HOTLaps  in  eventi  di  carattere  regionale,  nazionale  ed  internazionale,  e  dalla  necessità  di  voler  coprire  tutti  gli  aspetti  organizzativi  di  ogni  evento,  con  particolare  attenzione  sull’a-spetto della sicurezza, “nasce” RIDE with ALEX, un piccolo progetto, ma ambizioso, la cui finalità è il monitoraggio  continuo  dei  riders  in  uscite  di  allenamento/escursioni,  ma  anche in  gara.
ALEX  è  un semplice localizzatore, in grado di comunicare ad istanti di tempo regolari la posizione del rider, la distanza  percorsa,  la  velocità. 
Questi  3  dati  sono  sufficienti  per  avere  un’informazione  del  movimento del concorrente, evidenziando una eventuale fase di stop in gara, a cui può seguire una azione di in-tervento in loco.
Se lo smartphone è di qualità, è anche possibile capire se il concorrente è in movimento,  sfruttando  l’accelerometro,  ed  avvalorare  ulteriormente  una  eventuale  situazione  di  “uomo fermo”.
Da  remoto, collegandosi  a www.mtbonline.it/dolomiticabikemarathon  i  followers  saranno  in grado di seguire a video tutti i riders provvisti di smartphone che avranno installato Ride with ALEX

Dolomitica Bike
Dolomitica Bike 2019, giovane e bellissima
2645 visualizzazioni


Ultimi Aggiornamenti

Campionati Italiani di Ciclocross a Lecce: presentato oggi il Logo ufficiale
Il cammino per i campionati Italiani di Ciclocross a Lecce continua un passo alla volta. È pronto il logo della manifestazione, disegnato dall'artista Rodolfo Stigliano, che riprende il profilo della Torre di Belloluogo dove si terrà la manifestazione, il tricolore e i colori giallo rosso amati dalla città. Si può notare come il logo sia disegnato sulla pianta di un casco da ciclismo visto dall'alto.
La via Francigena, l’anello del Tufo e la via Romea Germanica
Cleto, Valerio,Tiziano, Toni, Pierino e Daniele doveva essere il viaggio in Bretagna, Normandia e Fiandre ma il Covid ci ha costretto a rivedere la destinazione e abbiamo scelto di restare in Italia pedalando alcune vie di storia, fede e pellegrinaggi…la Via Francigena da Lucca a Bolsena e la via Romea Germanica a salire da Civita di Bagnoregio a Ferrara … e in mezzo l’anello del Tufo nella Maremma Toscana e nella Tuscia Viterbese, ricco di storia e testimonianze …
Si arricchisce il parterre alla Granfondo del Matese
Partito il countdown che scandisce i giorni all’evento, siamo a -20 giorni al 23 Agosto 2020, quando in loc. Matese Falode (Castello del Matese), alle ore 9:00 lo speaker toscano Tiziano De Cristoforo, darà il via alla Terza Edizione della Granfondo del Matese ed allora finalmente i ragazzi dell’Associazione Dilettantistica Sportiva Matese Bike Team e tutti i volontari potranno fare un sospiro di sollievo e vedere finalmente il frutto del loro lavoro.
Marathon di Floresta: a 1275 metri slm il Campionato Regionale Marathon
L’A.s.d. Bike 1275 società organizzatrice della manifestazione sportiva “Marathon di Floresta 1275”, conferma con entusiasmo la quarta edizione dell’evento che si svolgerà il 23 Agosto 2020.
Grandi nomi ai nastri di partenza della 3° Granfondo del Matese
Si tratta della DMT RACING TEAM by Marconi: TIAGO FERREIRA, Campione del Mondo MTB Marathon 2016, Campione Europeo MTB Marathon 2019, JOSE DIAS, HANS BECKING, PAU SALVA
Il 23 Agosto ritorna la Granfondo del Matese
Manca poco di un mese al 23 Agosto 2020, quando a Castello del Matese in loc. Matese Falode, prenderà il via la Terza Edizione della Granfondo del Matese. Quel giorno, ci saranno due eventi, uno a carattere competitivo ed uno riservato agli escursionisti.


Altre Notizie »