Trentino MTB

Passo Buole Extreme 2019, dopo la pioggia di soddisfazioni si pensa al futuro

,
photo credits ©Daniele Mosna


Si lavora per un passaggio spettacolare a Borgo dei Posseri e una Randonée della vigilia dedicata alle famiglie.


TrentinoMTBDomenica scorsa, ad Ala, più di 300 bikers hanno partecipato alla Passo Buole Xtreme, gara di mountain bike tra le più autorevoli in territorio trentino, che nella sua quinta edizione ha espresso nel migliore dei modi, causa il maltempo incessante, la sua caratteristica “xtreme”.

Per tutta la settimana sono piovute espressioni felici e di riconoscimento da parte dei singoli atleti, delle società, di tutti, nei confronti degli organizzatori che hanno saputo dedicare una manifestazione all’insegna della qualità, ma soprattutto della sicurezza. Sicurezza particolarmente percepita dagli atleti in gara che hanno potuto così vivere la loro competizione esprimendosi al massimo in tecnica e in divertimento. Non è cosa da poco.

Il nuovo percorso, modificato quest’anno a causa del rischio valanghe a Passo Buole, è piaciuto moltissimo, forse più impegnativo, ma sicuramente più coinvolgente e spettacolare, tantoché sarà riproposto anche nella prossima edizione.

Ma dietro tutte queste soddisfazioni c’è un cuore grande, formato da una grande orchestra e da un direttore. Stefano Mellarini, gm della Passo Buole Xtreme si era emozionato durante le premiazioni della gara nel ringraziare la sua squadra: “Le vere risorse di una comunità sono le persone. La Passo Buole Xtreme ne è una forte dimostrazione. Tutto questo infatti, è stato possibile grazie ad un progetto e ad una squadra fantastica formata da tantissime persone, tutti volontari, che fanno parte delle varie associazioni che vivono e lavorano per la comunità di Ala e che hanno condiviso e supportato questo nostro progetto.”
Questo è stato il vero successo della gara, accanto ad un centro storico straordinario, particolarmente votato per intrecciare le persone agli eventi, per comunicare la stretta connessione che ci deve essere tra la città e la sua promozione. Sicurezza abbiamo detto, ma anche tanta qualità. Da sempre fiore all’occhiello della manifestazione è stato il Pasta Party, curato nei minimi dettagli da oltre 15 anni dal gruppo Nu.Vol.A della Bassa Vallagarina, sotto la guida del responsabile Armido Campostrini.

Archiviata da pochi giorni la gara, Mellarini con la Società Ciclista Ala stanno già pensando alla prossima edizione: “Lavoreremo per un passaggio spettacolare nella tenuta dei Posseri che assieme a Maso Michei potrebbe rivelarsi un binomio estremamente interessante non solo dal punto di vista della gara, anche di relazione con una risorsa del nostro territorio, come l’enogastronomia. Siamo particolarmente attenti a lavorare su queste sinergie, su queste contaminazioni, come è stato fatto quest’anno, ad esempio, con il traguardo “di velluto” dal portone principale di Palazzo Azzolini nel cuore di Ala, dal forte significato di legame con l’arte e la cultura, emblemi della città di Ala”.

Passo Buole Xtreme è nata come progetto di sviluppo turistico, il suo futuro è tracciato. Impossibile trascendere da un pensiero dedicato alla e-bike che potrebbe rivelarsi come una Randonée della vigilia, un momento diverso, dedicato soprattutto alle famiglie.
Passo Buole Extreme 2019, dopo la pioggia di soddisfazioni si pensa al futuro
photo credits Daniele Mosna
3374 visualizzazioni


Ultimi Aggiornamenti

Vittoria EWS Pietra Ligure, oggi è stata la volta dei campioni di enduro.
Archiviata con successo la gara dedicata alle E-MTB – mountain bike elettriche - di sabato, oggi è stata la volta delle mountain bike tradizionali, con la “Vittoria EWS Pietra Ligure”, competizione dedicata esclusivamente ad atleti agonisti.
Il 27 settembre…. sfida il Megano !!!
L'ASD Over The Top del Presidente Carlo Baliotto, insieme al suo staff, appena gli si è presentata l’opportunità non ha esitato a riproporre la sfida che lo scorso anno infiammo gli animi di tanti Bikers, il Monte Megano.
A Pietra Ligure le mountain bike elettriche sono state protagoniste con la gara “Vittoria EWS-E Pietra Ligure”. Vincono il francese Nicolas Vouilloz e l’inglese Tracy Moseley.
In una bellissima e colorata Pietra Ligure ancora in piena stagione estiva e balneare, è partito oggi il circus Enduro World Series, che come da programma si fermerà in questo lato della riviera fino al prossimo weekend con l’appuntamento conclusivo della serie mondiale nella vicina Finale Ligure, sabato 26.
Carabinieri ed Esercito conquistano il Ciocco. La MTB tricolore celebra Braidot e Lechner
Che spettacolo il cross country del Campionato Italiano! Oggi al Ciocco, in Garfagnana (Lucca), Eva Lechner (CS Esercito) è salita sul piedistallo ed è nuovamente la reginetta della mtb. Luca Braidot (CS Carabinieri) fa un bel bis e così i due campioni uscenti Martina Berta e Gerhard Kerschbaumer cedono lo scettro piazzandosi entrambi secondi.
Marco Aurelio Fontana granduca del Ciocco. Nel Campionato Italiano e-mtb Fruet “scambiato”
Nel Granducato di Toscana c’è un nuovo reggente, quel Marco Aurelio Fontana che, ritornato al suo vecchio amore, il cross country, si è aggiudicato il primo Campionato Italiano di e-mtb nella vasta tenuta del Ciocco, dove la ‘Living Mountain’ si estende per 600 ettari nella Valle del Serchio.
Al via l’Enduro World Series nella Finale Outdoor Region
Oggi alle 11.30 in Piazza San Nicolò a Pietra Ligure si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del doppio appuntamento nella “Finale Outdoor Region” con la serie mondiale di mountain bike Enduro World Series.


Altre Notizie »