Trentino MTB

Passo Buole Extreme, sul red carpet vince Andrea Righettini

,


Andrea Righettini vince con un tempo di 1 ora e 53 minuti, la Passo Buole Xtreme 2019, prima tappa del Circuito Trentino MTB. Chiara Burato, la prima in rosa a tagliare il traguardo di velluto di Palazzo Azzolini in 2 ore e 24 minuti


Trentino MTBEdizione particolarmente Extreme per il maltempo, che non ha dato tregua ai 300 atleti in gara (erano 500 gli iscritti). Il percorso, comunque particolarmente apprezzato, era stato modificato all’ultimo per questioni di sicurezza. Grande successo per la novità del traguardo: l’arrivo in centro storico con un passaggio attraverso il cortile di Palazzo Azzolini, nel cuore quindi, della storia, dell’arte, della cultura di Ala. Percorso particolarmente apprezzato sebbene le condizioni meteo fossero davvero proibitive.


Plausi anche e soprattutto all’organizzazione guidata dal G.M. Stefano Mellarini che ha puntato tutto sulla sicurezza della gara.

Passo Buole XTreme 2019, estremamente Extreme. Pioggia, ma soprattutto tanto freddo, hanno messo a dura prova gli atleti. Il podio: Alessandro Righettini (GS Cicli Olympia), Dmitrii Medvedev (Metallurgica Veneta - GT Trevisan) e Elia Favilli (Soudal Leecougan). Podio rosa: sul gradino più alto Chiara Burato (Omap Cicli Andreis), Laura Val Abril Restrepo (Lapierre Trentino) e Simona Mazzucotelli (GS Massì Supermercati).


Di certo non si possono definire “a caldo” i commenti raccolti al traguardo dai due vincitori. Il re Andrea Righettini: “Oggi c’era una salita molto lunga, c’erano due ragazzi che andavano molto forte davanti a me, salivano a scatti, io con il mio ritmo sono riuscito a tenerli a tiro, sul finale della salta li ho raggiunti e sulla discesa mi sono scatenato, sono riuscito a conquistare qualche secondo che mi sono tenuto fino all’arrivo. Sono veramente contento di aver vinto vicino a casa, in Trentino, bene così!”. La regina Chiara Burato: “Ci tenevo tantissimo a vincere perché è una gara che mi piace tantissimo, per due anni di fila terza, quest’anno la voglia di partire era sotto zero per le condizioni meteo, però è stata bella. Un percorso nuovo, un percorso in sicurezza, fatto molto bene, la discesa bellissima!”.

Nella serata di mercoledì 8 maggio scorso, il Comitato Organizzativo della Passo Buole Xtreme, guidato da Stefano Mellarini, aveva deciso, per motivi di sicurezza, la modifica del percorso della gara. La problematica maggiore era legata al pericolo valanghe che interessavo il tratto Passo Buole - Val di Gatto. Nello specifico, è stata eliminata la salita al Passo Buole, quindi il tratto Località Fusi - Passo Buole - Val di Gatto.

Ecco come si presentava il nuovo percorso, da quest’anno completamente tabellato in collaborazione con il Comune di Ala e l’APT Rovereto e Vallgarina: giro nel centro storico di Ala, salita verso il Santuario di San Valentino lungo la nuova strada di Val Cipriana per tornare quindi ad Ala, imboccare la strada per Ronchi e al bivio per Pozzo, salire fino all’imbocco per Rom. Sempre suggestivo il passaggio all’interno dei vigneti di Maso Michei, ultima breve ma impegnativa salita della giornata.

La grande novità di questa edizione 2019 della PBX è stato l’arrivo in centro storico con un passaggio attraverso il cortile di un antico palazzo, nel cuore quindi, della storia, dell’arte, della cultura di Ala. Il grande portone di Palazzo Azzolini, per gentile concessione delle proprietarie, le sorelle Elena e Ornella Azzolini, è diventato così, traguardo logistico ma anche ideale, di un percorso che questo evento sportivo intraprende ogni anno insieme alla sua comunità. Un omaggio a tutto ciò che di fatto la PBX rappresenta.

La 5a edizione della Passo Buole Xtreme è la storica Granfondo di mountain bike sui percorsi della Grande Guerra della Vallagarina. Un evento sportivo che ha radici lontane: da 22 anni viene organizzata in territorio alense, una manifestazione autorevole dedicata alla mtb. 17 edizioni di Lessinia Bike e 5 di Passo Buole Xtreme, un progetto che intende contribuire allo sviluppo turistico della zona. Un’intera comunità impegnata a fianco della Società Ciclistica Ala nell’organizzazione di una manifestazione che è una vera e propria espressione del territorio.
Ogni anno la competizione alense viene dotata di un “tema guida”: in questa quinta edizione il tema  è stata la prevenzione. In collaborazione con la Stella d’Oro Vallagarina, tutti hanno potuto usufruire di un servizio gratuito di misurazione della pressione arteriosa e della glicemia.

Sono state diverse le manifestazioni a corollario della gara, tra cultura, intrattenimento e gastronomia, dedicate ai biker e alle loro famiglie, organizzate dalla Pro Loco di Ala con il patrocinio della Società Ciclistica Ala. Sabato 18 maggio, l’evento Passo Buole Xtreme Party, all’interno del quale ha trovato spazio la Mini Passo Buole Xtreme, gara promozionale dedicata a tutti i bambini, con il gruppo sportivo Vigili del Fuoco guidati dal Maestro Fabio Toniatti. La gara è terminata con il tradizionale Nutella Party finale a cura del Gruppo Scout di Ala 1. Ed inoltre, stand gastronomici, musica dal vivo, giochi dedicati ai più piccoli

Come ogni anno, un’alta qualità dell’assistenza è stata garantita lungo il percorso dalla Stella d’Oro Vallagarina, Croce Rossa Italiana sez. Rovereto, e dal Soccorso Alpino sez. di Ala, mentre l’assistenza ai ristori è stata garantita dalle associazioni locali quali: 5 Contrade di Marani, Malga Nonquar, Zengio Lonch, Cacciatori Ala, Cas Ronchi, Inter Club Ala, Gruppo Alpini M. Sartoni Ala e dai Carabinieri in congedo per l’assistenza al traffico. Senza dimenticare gli uomini del cantiere comunale che hanno aiutato nell’allestimento della logistica “partenza” e “arrivo”.
Da sempre fiore all’occhiello della manifestazione è il Pasta Party, curato nei minimi dettagli da oltre 15 anni dal gruppo Nu.Vol.A della Bassa Vallagarina, sotto la guida del responsabile Armido Campostrini.
Passo Buole Extreme, sul red carpet vince Andrea Righettini
3388 visualizzazioni


Ultimi Aggiornamenti

Vittoria EWS Pietra Ligure, oggi è stata la volta dei campioni di enduro.
Archiviata con successo la gara dedicata alle E-MTB – mountain bike elettriche - di sabato, oggi è stata la volta delle mountain bike tradizionali, con la “Vittoria EWS Pietra Ligure”, competizione dedicata esclusivamente ad atleti agonisti.
Il 27 settembre…. sfida il Megano !!!
L'ASD Over The Top del Presidente Carlo Baliotto, insieme al suo staff, appena gli si è presentata l’opportunità non ha esitato a riproporre la sfida che lo scorso anno infiammo gli animi di tanti Bikers, il Monte Megano.
A Pietra Ligure le mountain bike elettriche sono state protagoniste con la gara “Vittoria EWS-E Pietra Ligure”. Vincono il francese Nicolas Vouilloz e l’inglese Tracy Moseley.
In una bellissima e colorata Pietra Ligure ancora in piena stagione estiva e balneare, è partito oggi il circus Enduro World Series, che come da programma si fermerà in questo lato della riviera fino al prossimo weekend con l’appuntamento conclusivo della serie mondiale nella vicina Finale Ligure, sabato 26.
Carabinieri ed Esercito conquistano il Ciocco. La MTB tricolore celebra Braidot e Lechner
Che spettacolo il cross country del Campionato Italiano! Oggi al Ciocco, in Garfagnana (Lucca), Eva Lechner (CS Esercito) è salita sul piedistallo ed è nuovamente la reginetta della mtb. Luca Braidot (CS Carabinieri) fa un bel bis e così i due campioni uscenti Martina Berta e Gerhard Kerschbaumer cedono lo scettro piazzandosi entrambi secondi.
Marco Aurelio Fontana granduca del Ciocco. Nel Campionato Italiano e-mtb Fruet “scambiato”
Nel Granducato di Toscana c’è un nuovo reggente, quel Marco Aurelio Fontana che, ritornato al suo vecchio amore, il cross country, si è aggiudicato il primo Campionato Italiano di e-mtb nella vasta tenuta del Ciocco, dove la ‘Living Mountain’ si estende per 600 ettari nella Valle del Serchio.
Al via l’Enduro World Series nella Finale Outdoor Region
Oggi alle 11.30 in Piazza San Nicolò a Pietra Ligure si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del doppio appuntamento nella “Finale Outdoor Region” con la serie mondiale di mountain bike Enduro World Series.


Altre Notizie »