TILIMENT MARATHON BIKE

Peeter Pruus fa sua la prova UCI Marathon Serie in un tempo da vero nord

Grande rimonta per l’estone della TorpadoSudTirol, sul podio i tedeschi Sasha Weber e Simon Schneller, primo italiano Fabian Rabensteiner quarto. Tra le donne Gaia Ravaioli batte anche la sfortuna. Sara Casasola e il duo Visinelli/Franzoi monopolizzano la Granfondo di 52 km

,
photo credits ©Denis Scarpante
1088 visualizzazioni


TILIMENT MARATHON BIKESpilimbergo (PN)- Un vincitore è un sognatore che non si è mai arreso. E’ proprio il caso di dirlo oggi, dove in una giornata da vero nord con pioggia, vento e neve, l’estone Peteer Pruus, portacolori della Torpado Sudtirol scrive il suo nome nell’albo d’oro della manifestazione che dopo il Campionato Europeo del 2018, festeggiava quest’anno la sua 11ma edizione ed era la prima tappa italiana di UCI Marathon Serie.

MOLTE DEFEZIONI - La giornata è cominciata come da previsioni con il maltempo: il Direttore di Corsa unitamente al collegio di giuria UCI ha deciso di tagliare il tratto più ostico del percorso, la salita e relativa discesa del Monte Pala, dov’era in corso una nevicata. Con circa 10 km in meno è partito puntale alle 9 il gruppo, dove dobbiamo segnalare comunque parecchie defezioni dell’ultimo minuto.

Una gara dura e per duri : impostata fin dall’inizio su un ritmo elevato dove si son visti fin da subito molto attivi i tedeschi Sascha Weber e Simon Schneller, unitamente al campione europeo Medvedev, a Fabian Rabensteiner, Cristian Cominelli , Leonardo Paez, PeteerPruus, Tony Longo e Juri Ragnoli. Man mano che passavano i km e il freddo cominciava a farsi sentire, andava a definirsi un duo di testa che procedeva in accordo per parecchi km : si trattava dell’italiano Fabian Rabensteiner, lo scorso anno sul podio Europeo, e del tedesco Sascha Weber, ottimo ciclocrossista che si sta ben comportando anche nelle lunghe distanze. Dietro con un gap superiore al minuto viaggiava l’estone PeeterPruus, con Leonardo Paez e Simon Schneller. Negli ultimi 20 km di gara cominciava la rimonta del portacolori della TorpadoSudtirol :Pruus prima prendeva poi staccava Rabensteiner e Weber, andando ad involarsi tutto solo lungo il rettilineo finale del Duomo di Spilimbergo.
Dietro tra crisi e ritiri si rimescolavano le carte con Weber (Maloja Rocky Mountain) che conquistava la seconda posizione, e il giovane elitemaster sport Simon Schneller (Team Baden) il terzo posto.
Quarto chiudeva il primo italiano Fabian Rabensteiner (Trek Selle San Marco) a 4 min e 25 e chiudeva la top 5 Simon Stiebjahn (Team Bulls). Altri italiani nei primi 10 :Juri Ragnoli 6°, Daniele Mensi 7°, Pietro Sarai 8°, Cristian Cominelli 9°.

Tra le donne è stata sempre al comando la genovese GiaiaRavaioli (KTM Alchemist Dama) che ha inflitto un distacco pesantissimo alla seconda, la tedesca StefanieDohrn (38 Handl). Ravaioli ha mantenuto un margine importante nonostante la rottura di un pedale a 20 km dall’arrivo. Più forte della sfortuna.Ritirate e non partenti le altre atlete elite in gara.

GRANFONDO - La Granfondo di 52 km ha visto l’assolo di squadra dei due ragazzi della Salese Factory Team Enrico Franzoi e Rafael Visinelli, entrambi avezzi a fango e freddo (Franzoi è ancora in attività anche nel cx). Notevole il loro margine di vantaggio sul terzo, Michael Wohlgemuthdella Wilier Force arrivato a circa 4 minuti. Segue Andrea Dalla Pria ed Alberto Brancati. Tra le donne assolo della friulana, tricolore di cx under 23, Sara Casasola (Servetto Piumate) che ha fatto gara a sé sull’austriaca Nina Mossner (TriviumFroggy Line) arrivata a 10 minuti e la master Beatrice Balducci (Team Spacebikes).

Un grande ringraziamento va a tutti i volontari, giuria, sponsors, supporter e staff organizzativo che – nonostante le condizioni critiche- hanno presenziato e lavorato senza sosta per la riuscita della manifestazione.
La Tiliment Marathon Bike sarà trasmessa mercoledì alle ore 20 su Canale Italia 84 durante la trasmissione Scratch e durante il programma MTB Granfondo. Altri passaggi tv saranno resi noti nei prossimi giorni.

Un’ampia gallery fotografica sarà disponibile nel sito www.trevisomtb.it e nella pagina FB di Tiliment Marathon Bike


1088 visualizzazioni




Ultimi Aggiornamenti

20 anni dopo è ancora Nys a Silvelle. Pieterse prima campionessa donne jr
Cambiano le generazioni ma la famiglia Nys è destinata ancora a far parlare di sé nel mondo del ciclocross. A vent’anni di distanza dal trionfo di Sven a Silvelle, in una storica prova del Superprestige, il figlio d’arte Thibau Nys si è aggiudicato la gara Uomini Junior dei Campionati Europei di Ciclocross.
Crispin e Alvarado Campioni Europei Under 23
Nella gara Uomini U23 si è iscritta anche la Francia al novero delle nazioni vincitrici di una medaglia d’oro ai Campionati Europei 2019. Merito di Mickael Crispin, vincitore a sorpresa, che ha preceduto con un grandissimo ultimo giro il belga Timo Kielich, secondo, e il connazionale Antoine Benoist, terzo.
Lechner Argento da sogno nel giorno della Kastelijn
Prima, imbattibile, Yara Kastelijn. Seconda una straordinaria Eva Lechner. È stato monopolio olandese nelle categorie femminili degli Europei di Ciclocross ma è soprattutto grande festa in casa Italia grazie a una performance di spessore dell’esperta altoatesina.
Non c'è due senza tre: Van Der Poel Batte il Belgio
Grande spettacolo e incertezza nella prova Uomini Elite. Alla fine, ancora una volta, trionfa Mathieu Van der Poel, che si porta a casa il suo terzo titolo europeo consecutivo, un’impresa mai completata in passato per un atleta abituato ai primati. Esce a testa altissima dalla battaglia sul fango Eli Iserbyt, che si è arreso alla forza del Campione del Mondo solamente nell'ultimo giro.
Trentino MTB, festeggiati i vincitori dell undicesima edizione
Nel pomeriggio di ieri, sabato 9 novembre, presso la Sala Don Guetti della Cassa Centrale Casse Rurali a Trento, si è tenuta la cerimonia di premiazione finale del l’undicesima edizione del Circuito Trentino MTB.
Europei Master a Silvelle, Italia meglio di Olanda e Belgio
Cambiano le età, i mezzi, gli stili, le durate. La fatica e la passione, quelle no. Nel pomeriggio di Sabato 9 Novembre a Silvelle di Trebaseleghe (PD) sono risuonate le note dei primi inni nazionali, e sono state indossate le prime maglie con le stelle sul petto: quelle delle categorie Master, protagoniste oggi della prima giornata dei Campionati Europei UEC di Ciclocross.


Archivio completo »