Bike Packing

La traversata della Sila in Bike Packing, il racconto dei protagonisti

,
photo credits ©Francesco Ioverno
3566 visualizzazioni


Modestia a parte, i due temerari hanno compiuto una piccola impresa, che merita di essere raccontata.
L'inizio di una nuova era...

"Non è di certo una impresa eccezionale, quelle sono altre cose, tanti per non dire tutti, potrebbero farcela, ma fino ad ora non l'aveva ancora fatto nessuno: attraversare la Sila in toto, nel periodo invernale...

Lo scopo era quello di pedalare, di godere del giro e di costruirci una piccola avventura, cogliendo l'occasione anche per testare l' App di MTBonline, “LIVE TRACKER”, sviluppata da Michele Carella, il quale, presumo dopo la Sila Epic 2019, ha sentito di donare a chi lo volesse, la possibilità di essere “seguiti” durante un giro, un'avventura o una gara,.. o una semplice uscita in bici...
Gesto nobile!!  www.mtbonline/live

L'idea nasce così, come la pianificazione, per caso, dopo qualche scambio di opinioni con Pietro su WhatsApp e qualche pegressa discussione con Michele sullo sviluppo della App.
Partiamo da Rossano Scalo, la mattina alle 8.00 del 28 di Dicembre, dopo aver recuperato Pietro dalla Stazione ferroviaria, lui arrivava da Catanzaro che è anche la nostra destinazione.


Prepariamo le bici e alle 8,05 partiamo, traccia gps caricata, borse e abbigliati per arrivare all'orario prefissato a destinazione!
Il cielo è terso, anche se soffia un leggero vento di tramontana, inizia la salita e ci portiamo tramite la SP188, dal mare alla montagna, in 8 km accumuliamo un dislivello di 700m.

Una volta arrivati sull'altopiano a  circa 1150mslm , anche se il cielo si mantiene limpido, la natura ci ricorda che siamo in montagna e in pieno inverno, nelle zone del mare le temperature sono primaverili a queste latitudini, e con il “global warming” negli ultimi anni lo sono ancora di più, ma sulla Sila il freddo si fa sentire e punge sulla pelle anche se non c'è neve se non sulle cime più alte.

Arriviamo a Camigliatello, dove facciamo la prima sosta su un invito di Saverio Bianco, il quale, saputo del nostro passaggio, ci invita per un caffè nel suo  “Mangia e scappa”

Si riparte per la prossima sosta, Lorica! Sull'omonimo lago, versante opposto di Camigliatello stessa altitudine, ma esposizione più a Nord, più freddo!
Infatti le strade in alcuni punti erano ghiacciate, ma tutto sommato si pedala bene! Breve sosta al chiosco rosso di Antonio Guzzo e via andare!



Siamo al km 95, mancano ancora molti chilometri all'arrivo,
questa è la parte più “wild” della Sila, sembra di pedalare in Canada, mancano solo i Grizzly che attraversano la strada :) !

Intanto, molti ci seguono tramite il sito di mtbonline.it e ci inviano messaggi di saluti e incoraggiamento da Messanger appena possibile rispondiamo con piacere..
Raggiunto il lago Ampollino, il sole comincia a far capolino e le temperature iniziano a scendere.

Fatto il periplo del lago ci dirigiamo verso l'ultimo lago, il Passante, ma prima una sosta per un veloce spuntino al bar rosticceria, “Il semaforo”  un locale prima del lago dove mangiamo due buonissime polpette di riso!
Fuori è ormai buoi e le temperature sono scese ancora, intorno allo zero..

Ci bardiamo, ci incoraggiamo a vicenda e via ripartire ! Mancano solo 70 km!
Passato il lago la percezione di freddo intenso, per via della discesa verso la costa  aumenta ancora,i gradi adesso sono -5!!

Le discese sono la parte più dura, si gela!
Dopo una piccola indecisione sulla traccia ci dirigiamo verso il primo vero e proprio centro abitato, Carlopoli, da qui proseguiamo a passo spedito su un costone ed attraversiamo velocemente gli abitati di San Pietro Apostolo e Tiriolo, quest'ultimo noi mountain biker e seguaci di mtb on line di lunga data conosciamo bene per una gara che si teneva in questa località fino a qualche anno fa..

Ultima discesa per scendere di quota, l'arrivo è ora veramente vicino! Arriviamo sulla fondovalle che ci porterà fino a Catanzaro Lido,dove arriviamo dopo circa 11h, finiamo in bellezza con una bella cena e un calice di vino!

Prossima avventura in estate la faremo in mtb ;)

La bicicletta, non è solo gara allenamenti ma è anche scoperta, vi invito a fare piccole avventure così, imparerete a conoscere meglio voi stessi, scoprire posti nuovi ed avere maggiori motivazioni e forza mentale! In fondo noi ciclisti siamo tutti dei piccoli viaggiatori!

Per chi volesse ripercorrere la traccia la può scaricare da qui, con maggiori info e dettagli:

https://www.gpsies.com/map.do?fileId=patkacagbwmadogg
A presto, e Buon 2019!"
La traversata della Sila in Bike Packing, il racconto dei protagonisti


3566 visualizzazioni




Ultimi Aggiornamenti

ASPROMARATHON 2020, una edizione a regola d’arte per vivere il ciclismo da un’altra prospettiva!
Si riaprono le danze e le iscrizioni… online dal 18 gennaio su www.mtbonline.it.
Gran Fondo Mtb Colline Moianesi: la sfida sarà "doppia"!
Fervono i preparativi per organizzare nei minimi dettagli la ormai consolidata Gran Fondo Mtb “Colline Moianesi”, che è alla sua quinta edizione.
Tuscia Bike: divertirsi con i giovani
Dopo aver sentito Enrico Lenzi, per l’Isola d’Elba, e Daniele Gili, per San Terenziano, il “nostro” calendario si ferma al terzo atto del circuito nazionale giovanile. Il 13 aprile, a Barbarano Romano (Vt) si disputerà la terza prova. In cabina di regia la Tuscia Bike. Responsabile della manifestazione il dinamico Stefano Sanapo, nato a Vetralla il 12 dicembre 1971 residente in quel di Vetralla.
Da Giovedì 16 Gennaio partiranno le iscrizioni ad una delle gare più attese dell’anno
Dopo la sosta di un anno dovuta ai gravi incendi che hanno colpito il Parco Nazionale del Vesuvio, il prossimo 10 Maggio 2020 si terrà la terza edizione della Granfondo di mtb sul vulcano più famoso del mondo.
Presentata a Letojanni la Trinacria Race 2020
A pochi giorni dall’apertura delle iscrizioni, è stata presentata sabato 12 gennaio, al palazzo dei congressi di Letojanni, la seconda edizione della “Trinacria Race“, che si terrà a Letojanni il 26 aprile 2020.
Dorigoni, l'under che vince il titolo Elite. Baroni, Tricolore e Triplete
Splende il sole in casa Selle Italia-Guerciotti-Elite. La squadra del presidente Paolo Guerciotti ai Campionati italiani di ciclocross a Schio (Vicenza) sperava di vincere almeno 2 maglie tricolori.


Archivio completo »