Giro della Campania Off-Road

Caroselli fa sua la Granfondo del Fortore

,
1087 visualizzazioni


Una domenica assolata ha accolto gli oltre cento bikers che si sono ritrovati a San Bartolomeo in Galdo in questo estremo lembo della Campania al confine tra Puglia e Molise per disputare, nella Valle del Fortore, l’omonima gran fondo.
La manifestazione valida per il “Giro della Campania Off-road” ed il circuito “Sulle Orme dei Sanniti” ha visto la partecipazione di squadre provenienti anche dalle regioni limitrofe.
Gli organizzatori dell’ASD Bike Fortore hanno curato ogni dettaglio, dal pacco gara alle docce calde, dal lavaggio bici all’abbondante pasta party finale. Il percorso di gara, è stato leggermente rivisto in extremis, rispetto agli originari 48 km e 1600 metri di dislivello, causa l’impraticabilità di alcuni tratti per le piogge di questa pazza estate.

La gara ha comunque messo a dura prova tutti i partecipanti. Alcuni tratti resi insidiosi dal fango hanno costretto i bikers a dei pit stop per ripristinare lo spazio vitale tra ruote e telaio e permettere alla bici di avanzare nuovamente.
A farne le spese di questa trappola è stato il favorito di giornata Luigi Ferrito (Giannini Bike) costretto al ritiro, lasciando così la testa della gara a Davide Caroselli (Sessan Bike Sport e Natura) il molisano, abile a districarsi tra le arcigne pendenze, ha tagliato il traguardo in testa con il tempo di 2 ore e 25 minuti, precedendo di una manciata di secondi Zanni Mirco (Il Triciclo Sidicino).
Ha concluso il podio Marotta Felice (Team Giuseppe Bike).

Nelle rispettive categorie oltre a Caroselli primo master 1 e Zanni primo elite master, vincono: Campini Domenico (Ciclistica l’Aquila A. Picco) master 2, Vecchione Tommaso (Federal Team Bike) open, Matrisciano Antonio (Team Giuseppe Bike) master 4, Napolitano Santolo (San Massimo) master 5, Radesca Emilio (Bike in Tour Vallo di Diano) master 6, Trimarco Francesco (Valsele Bike Scool) juniors, Panagrosso Ferdinando (Pit Stop) master over, Cardillo Lino (Sessan Bike) master 8 Micco Cinzia (GS Moiano) master woman. Al termine della gara soddisfazione da parte degli organizzatori per il successo della partecipazione mentre in piazza si è preceduto alla premiazione dei vincitori non solo della gara ma anche del circuito “Sulle Orme dei Sanniti”.

L’appuntamento resta fissato per il 2019.


1087 visualizzazioni




Ultimi Aggiornamenti

Marathon Castello di Pietrarossa, voglia di crescere… diventa Trinacria Race
Dopo il grande successo delle quattro edizioni della Marathon Castello di Pietrarossa, che lo scorso anno e’ stata battezzata tappa del TPN, l’ASD Specialbikers Team mira ad un progetto ambizioso: creare un evento che un punto di riferimento della MTB Siciliana, anche perche’ anche quest’anno la gara sara’ l’unica tappa siciliana del TPN 2019. La Marathon Castello di Pietrarossa si rinnova e diventa TRINACRIA Race.
A Ferentino battesimo del fango per il Giro d’Italia Ciclocross
Estate di San Martino e giorno in cui, secondo tradizione, ogni mosto diventa vino. Ovvero quando tutti i sacrifici di un anno cominciano a trasformarsi in un nettare prelibato. È stato così oggi a Ferentino per il Giro d’Italia Ciclocross, che dopo un avvio di stagione rapido e polveroso (a dirla tutta lo sono state anche le gare di Coppa del Mondo – chiedere spiegazione ai cambiamenti climatici) trova il suo primo appuntamento col fango, componente fondamentale di questa disciplina invernale.
Annullata la seconda tappa del MediterraneoCross
Si comunica che la tappa di Belvedere Marittimo CS, prevista il 18 Novembre 2018 ID 147212 è stata annullata.
Cristiano Salerno, Paolo Colonna e Mino Ceci terminano il loro percorso sportivo con lo SCOTT Racing Team
Cristiano Salerno, Paolo Colonna e Mino Ceci terminano il loro percorso sportivo con lo SCOTT Racing Team
Fingers Cross: fango, scalini, unicorni e sub
Strani personaggi hanno affollato ieri le colline piacentine in sella a biciclette di ogni tipo. Il fango e la nebbia non hanno scoraggiato i tifosi di Marco Aurelio Fontana, radunatisi a Vernasca per la Red Bull Fingers Cross 2018.


Archivio completo »