Trentino MTB

Righettini e Nisi sono "XXL". 3TBike: il successo dopo la tempesta

Il roveretano e la ligure mettono il proprio sigillo all’11.a edizione della 3TBIKE XXL. Tanto lavoro e tanti complimenti per il GS Lagorai Bike. Era l’ultima tappa di Trentino MTB

,
photo credits ©Mario Facchini
2047 visualizzazioni


Dire che, dopo il “garone” di oggi, Andrea Righettini e Maria Cristina Nisi sono “XXL” è… un puro eufemismo.
Il roveretano e la ligure di origini toscane, col loro fisico asciutto ma potente, si sono aggiudicati a Telve Valsugana (TN) l’11.a edizione della 3TBIKE XXL sulla distanza dei 42,5 km e 1785 metri di dislivello, settima e ultima tappa di Trentino MTB.
La burrasca della vigilia ha tenuto lontano più di un biker, in compenso ha fatto lavorare per tutta la notte gli organizzatori del GS Lagorai Bike ed i vigili del fuoco volontari della zona per ovviare ai vari schianti di piante, ma soprattutto per rimpiazzare i due ponti sul torrente Maso a causa dell’improvviso innalzamento del livello dell’acqua.
Partenza spostata di mezz’ora ma poi tutto ok, ovvio col terreno un po’ appesantito, ma da 10 e lode da parte di tutti i concorrenti. Un tracciato quello della 3TBIKE XXL davvero tecnico e piacevole da affrontare, con ben 3 GPM e molti single track nel bosco. Pronti via e Martino Tronconi mostra le unghie. Già sulla prima salita di Sant’Antonio è lì davanti a tutti tallonato da Roel Paulissen, con Alberti, Righettini, Fumarola e Valerio a fare subito forcing per straccarsi dal gruppo. Leggermente staccati Astudillo Gallardo, Zamboni, Antonello, Adaos Alvarez e Fruet costituivano il gruppetto costretto a rincorrere.

Sulla successiva lunga salita Righettini mette il turbo, Paulissen fora e Tronconi insiste, con Fruet che come al suo solito in discesa mette le ali. In località Parise Righettini addirittura “insidia” la moto apripista, è velocissimo, ma Tronconi e Fruet lo controllano a distanza. I tre di testa hanno poi monopolizzato tutta la gara. Intanto anche la Nisi fa la reginetta imperiosa, nessuna riesce ad impensierirla ed avvicinarla. Dietro fa gara a sè Chiara Burato, più staccata Anna Oberparleiter.

In testa la corsa è un continuo punzecchiarsi, Righettini però sembra avere quella marcia in più che gli consente di tenere a distanza di sicurezza Tronconi, mentre Fruet tenta di mettere il sale sulla coda al toscano. Il corridore della Trek Selle San Marco monopolizza così la testa della corsa. Il suo finale è ineccepibile ed è lui a transitare per primo, con la classica impennata, sotto l’arco d’arrivo fermando il cronometro a 1h53’53”.

Dietro un piccolo siparietto. Fruet è convinto di trovarsi davanti Righettini, ovviamente, Tronconi ma anche Paulissen, non sapendo che il belga era in netto ritardo dopo la foratura. A 5 km dall’arrivo Fruet raggiunge Tronconi e vede in lontananza Righettini con la moto apripista, e solo allora realizza di essere terzo. Dalla rassegnazione alla possibilità di podio il tempo è breve. Si butta sui pedali e in un passaggio tecnico alla “ciclocross” con la bici in spalla supera d’un balzo Tronconi, ma Righettini capisce ed accelera.
Così Fruet è secondo (1h54’09”) e Tronconi, appena sceso dall’altura dove ha preparato il mondiale marathon, si accontenta del terzo posto. Dietro a completare i primi dieci posti si “accomodano” Valerio, Alberti, Fumarola, Bonelli, Zamboni, Antonello e Caratide.

La gara femminile non cambia storia. Maria Cristina Nisi si gode la vittoria alla sua prima partecipazione, Chiara Burato getta il cuore oltre l’ostacolo, il suo obbiettivo oltre al secondo posto era la leadership di Trentino MTB. Deve pazientare un po’ per conoscere la situazione. Il terzo posto, meritato, di Anna Oberparleiter la aiuta, quarta è Simona Mazzucotelli che sul traguardo ritrova il sorriso quando apprende che è lei la vincitrice finale di Trentino MTB.

La Mazzucotelli in vetta al circuito fa coppia con Giacomo Antonello ed entrambi indossano così la maglia oro e dominano ovviamente anche la Open. Cambia qualche situazione anche nelle varie categorie. Le maglie definitive sono per Enrico Marietti (junior), Marco Rosati (elite sport), Andrea Clauser (M1), Andrea Zamboni (M2), Mauro Giovannetti (M3), Stefan Ludwig (M4), Daniele Magagnotti (M5) e Piergiorgio Dellagiacoma (M6). I migliori scalatori risultano essere Andrea Leonardi e Sandra Lever, riconfermandosi così i best climbers del circuito.
La gara, baciata dal bel tempo, è piaciuta, sicuramente la 3TBIKE ha uno dei più bei percorsi della mtb, non esageratamente pesante, ma sicuramente piacevole. Con quest’ultima tappa anche

Trentino MTB 2018 cala il sipario, in attesa delle premiazioni finali che saranno ad ottobre.
Info: www.3tbike.weebly.com
Download immagini TV:
www.broadcaster.it

Classifica maschile
1 RIGHETTINI Andrea Team Trek-Selle San Marco -Tonello 01:53:53.84
2 FRUET Martino Team Lapierre Trentino - Ale' 01:54:09.28
3 TRONCONI Martino Team Bike Innovation Focus Rosti 01:54:38.16
4 VALERIO Domenico Ktm-Protek-Dama 01:56:51.10
5 ALBERTI Matthias Individuale 01:56:58.10
6 FUMAROLA Denis Ktm-Protek-Dama 01:57:51.10
7 BONELLI Efrem Bottecchia Factory Team 01:58:37.36
8 ZAMBONI Andrea Carina - Brao Caffe' 01:59:53.61
9 ANTONELLO Giacomo Pavanello Racing Team - Jack Pro Rider 02:00:30.85
10 CARATIDE Adriano Asd Sixs Boscaro 02:00:39.36

Classifica femminile
1 NISI Maria Cristina Team Bike Innovation Focus Rosti 02:24:40.43
2 BURATO Chiara Focus Xc Italy Team 02:27:59.44
3 OBERPARLEITER Anna Team Lapierre Trentino- Ale' 02:33:17.68
4 MAZZUCOTELLI Simona Gs Massi' Supermercati 02:34:00.43
5 MANDELLI Chiara Team Spacebikes 02:42:04.99
6 DI FANT Veronica Vertical Sport Ktm Team 02:44:19.99
7 TASSER Andrea Asc Sarntal Rad 02:45:54.21
8 LEVER Sandra Vertical Sport Ktm Team 03:10:54.77
9 CARBONI Elisabetta Frm Factory Racing Team Asd 03:19:12.84
10 IOPPI Gigliola Vertical Sport Ktm Team 03:39:48.46


2047 visualizzazioni




Ultimi Aggiornamenti

Dorigoni, è l'ora del debutto. Eva Lechner: SI al Guerciotti
Domenica 17 novembre i ciclocrossisti del Gruppo Sportivo Selle Italia – Guerciotti – Elite parteciperanno alla gara internazionale di Saccolongo (Padova) valida per il Master Smp.
20 anni dopo è ancora Nys a Silvelle. Pieterse prima campionessa donne jr
Cambiano le generazioni ma la famiglia Nys è destinata ancora a far parlare di sé nel mondo del ciclocross. A vent’anni di distanza dal trionfo di Sven a Silvelle, in una storica prova del Superprestige, il figlio d’arte Thibau Nys si è aggiudicato la gara Uomini Junior dei Campionati Europei di Ciclocross.
Crispin e Alvarado Campioni Europei Under 23
Nella gara Uomini U23 si è iscritta anche la Francia al novero delle nazioni vincitrici di una medaglia d’oro ai Campionati Europei 2019. Merito di Mickael Crispin, vincitore a sorpresa, che ha preceduto con un grandissimo ultimo giro il belga Timo Kielich, secondo, e il connazionale Antoine Benoist, terzo.
Lechner Argento da sogno nel giorno della Kastelijn
Prima, imbattibile, Yara Kastelijn. Seconda una straordinaria Eva Lechner. È stato monopolio olandese nelle categorie femminili degli Europei di Ciclocross ma è soprattutto grande festa in casa Italia grazie a una performance di spessore dell’esperta altoatesina.
Non c'è due senza tre: Van Der Poel Batte il Belgio
Grande spettacolo e incertezza nella prova Uomini Elite. Alla fine, ancora una volta, trionfa Mathieu Van der Poel, che si porta a casa il suo terzo titolo europeo consecutivo, un’impresa mai completata in passato per un atleta abituato ai primati. Esce a testa altissima dalla battaglia sul fango Eli Iserbyt, che si è arreso alla forza del Campione del Mondo solamente nell'ultimo giro.
Trentino MTB, festeggiati i vincitori dell undicesima edizione
Nel pomeriggio di ieri, sabato 9 novembre, presso la Sala Don Guetti della Cassa Centrale Casse Rurali a Trento, si è tenuta la cerimonia di premiazione finale del l’undicesima edizione del Circuito Trentino MTB.


Archivio completo »