Race CUP MTB Centro Italia

Race CUP MTB Centro Italia: domenica la XII edizione della Granfondo La Via dei Marsi Sport e Avventura

,


La gara sarà valevole come terza tappa della Race Cup Mtb Centro Italia


Race CUP MTB Centro ItaliaDopo le emozioni che si sono vissute domenica scorsa a Roccamonfina, la Race Cup Mtb Centro Italia approda in Abruzzo per la penultima prova inserita in calendario, la dodicesima edizione della Granfondo La Via dei Marsi Sport e Avventura. Si tratta di una gara storica e prestigiosa per la regione abruzzese, in quanto le prime sette edizioni della corsa sono state valevoli come cross country olimpica e in un’edizione è stata valevole anche come campionato Intersud.

Negli ultimi anni, la manifestazione è diventata una granfondo che continua a mantenere intatto tutto il proprio prestigio.
Il percorso misura 49 km complessivi, ma i primi 3 km saranno percorsi ad andatura turistica; il dislivello previsto è di 1480 metri. A questo tracciato si affianca il percorso cicloturistico di 28 km per 980 metri di dislivello. Il ritrovo è previsto presso il Centro Merci della Marsica (uscita Avezzano dell’autostrada A24), dove risiede il polo logistico Croce Rossa Italiana.

Il percorso abbraccia tutta la parte nord della città di Avezzano e si snoderà lungo il Parco Regionale Velino Sirente. Molto suggestivo sarà il finale di gara, in quanto i bikers transiteranno in prossimità degli scavi archeologici di Alba Fucens e potranno pedalare anche all’interno del famoso anfiteatro. Saranno interessati dal passaggio della corsa anche i comuni di Massa D’Albe e di Magliano dei Marsi.

L’Avezzano Cycling Team, società organizzatrice della gara, attende circa 400 corridori al via.
La manifestazione, oltre a far parte della Race Cup Mtb centro Italia, appartiene anche al Circuito Abruzzo Mtb Cup, al Circuito dei Sanniti e al Circuito Dys-Trophy Tour.
Race CUP MTB Centro Italia: domenica la XII edizione della Granfondo La Via dei Marsi Sport e Avventura
4226 visualizzazioni


Ultimi Aggiornamenti

Le Aquile spiccano il primo volo. In Gravel!
Domenica 5 dicembre 2021 è stato il giorno del primo “raduno Gravel” a Palermo. Contattati i due coordinatori del gruppo Eagle Gravel Palermo, Salvatore La Vardera & Marco Sangiorgi, raccogliamo le prime impressioni a caldo
A Palazzo San Gervasio il ciclocross pronto a stupire e a regalare emozioni con il Trofeo Re Manfredi
Con la novità dello status di gara nazionale FCI, l’impegno è davvero notevole perché oltre alla normale organizzazione dell’evento, valevole come quinta prova del Mediterraneo Cross e di campionato regionale FCI Basilicata, ci si prepara ad accogliere al meglio un gran numero di atleti e di società che provengono dalle regioni limitrofe ed anche da quelle più lontane.
Belvedere Marittimo a tutto ciclocross nel giorno dell’Immacolata Concezione
La sesta edizione del Trofeo Città di Belvedere coincide con il quarto appuntamento in seno al Mediterraneo Cross e la macchina organizzativa sta curando ogni dettaglio nei minimi particolari grazie al dinamismo dell’Asd Belvedere-Ciclone
Nel Salento nasce il progetto Leo Costruzioni Salis Bike
Il team Salis Bike ha una rosa di atleti che in ogni campionato fa incetta di risultati importanti. Tra questi c’è e c’era anche Elio Aggiano, l’allora ragazzo che già all’età di 10-12 anni mostrava il suo carattere ciclistico vestendo i colori della Delta Zero guidata dal coach Bovelli.
Quando il ciclocross incontra la neve: Fruet lancia lo spettacolo di Val di Sole
Il weekend appena trascorso ha coperto i Laghetti di San Leonardo a Vermiglio di una candida coltre nevosa. Mentre il termometro scende, sale a dismisura l’aspettativa per l’arrivo della Coppa del Mondo di ciclocross in Val di Sole, con la neve che sempre di più promette di essere l’ago della bilancia di uno spettacolo unico, quello che andrà in scena l’11 e 12 dicembre prossimi.
Filippo Fontana profeta in patria a Vittorio Veneto. Sara Casasola trionfa nella gara femminile
La 37^ edizione del Gran Premio Città di Vittorio Veneto, 3^ tappa del Master Cross Selle Smp, ha visto alla partenza più di 400 atleti. Il fango l’ha fatta da padrone, rendendo insidioso ogni centimetro di gara e costringendo gli atleti a scendere dalla bici in numerosi passaggi tecnici.


Altre Notizie »