Marathon Castello di Pietrarossa

Step by step...ultimi ritocchi alla Marathon Castello di Pietrarossa

,


Le piccole cose che fanno la differenza


Fervono i preparativi per la gara ciclistica debuttante al tpn 2018.
Gli alunni del liceo artistico statale “F.Juvara”di San Cataldo coordinati dai loro docenti sono al lavoro per la realizzazione dei trofei di questa 4^ edizione, uso di materiali eco sostenibili e  mesi di progettazione finalmente si comincia la realizzazione ed anche quest’anno il Trofeo sara’ una vera e propria opera d’arte.

Quest’anno-dicono gli organizzatori- i ragazzi hanno dato il massimo, il trofeo sara’ la massima esressione della sicilianita’ in mtb. ancora poco e vedremo le opere realizzate.

Anche il pacco gara e’ quasi definito, come ogni anno sara’ la perfetta fusione tra mtb e territorio. gia’ possiamo dire di avere inserito un prodotto alimentare della nostra citta’i. ormai si parla tanto di sana e buona alimentazione ma senza i buoni prodotti non la si puo’ realizzare  nel pacco gara ci sara’ una pasta bio di grani siciliani di alta qualita’, un prodotto per la cura della bike e poi  un gadget della marathon.

I tracciati  prima di tutto;  l’attenzione dello staff rivolta alla cartellonistica di segnalazione del circuito, quest’anno sara’ anora piu’ dettagliata, soprattutto in porssimita’ dei bivi. vi sara’ ad un coordinamento della croce rossa italiana, dei volontari della protezione civile, delle associazioni vespa club caltanissetta, moto club fuorigiri caltanissetta e viking club 4x4 san cataldo al fine di garantire la sicurezza degli atleti lungo i circuiti.il presidente luigi congiu ha realizzato alcune modifiche al circuito per renderlo piu’ suggestivo dal punto di vista paesaggistico, piu’ adrenalinico e la marathon riservera’ una piccola sorpresa che mettera’ i biker a dura prova, un tratto in salita che il presidente ha denominato “il muro del pianto”.
Tracce defintive saranno on line la prima settimana di aprile sul sito e su mtbonline.

Accoglienza degli atleti e dei loro accompagnatori: gli organizzatori stanno pensando non solo agli atleti ma anche ai loro accompagnatori che potranno godersi la mattinata in attesa dell’arrivo degli atleti seguendo la radiocronaca in diretta con aggiornamento delle posizioni o fare un tour guidato nel centro storico della citta’ grazie agli operatori di italia nostra e per chi volesse prolungare il soggiorno a caltanissetta.
Italia nostra sara’ a disposizioni per visite  guidate nella riserva naturale di monte capodarso e della valle dell’imera meridionale, un territorio che gli organizzatori definiscono un eden naturalistico ed archeologico (patrimonio unesco) .
Gli atleti saranno accolti con una colazione di benvenuto .

Il pasta party  vedra’ protagonisti i prodotti bio del territorio cucinati al momento da uno chef locale per la realizzazione di un primo di alta qualita’, accompagnato da prodotti tipici a km 0.
I ristori lungo il circuito saranno quattro e come lo scorso anno verranno messi a disposizione degli atleti acqua,  frutta e crostate.
Ristoro all’arrivo con frutta e bevande.

Insomma lo staff sta cercando di curare tutti i dettagli per un’ottima riuscita dell’evento.
Sino al  20 aprile 2018 c’è ancora l’opportunità di una quota ridotta, per info e regolamento www.specialbikers.it  o www.mtbonline.it.
Non perdere l’opportunita’ di conoscere i meravigliosi tracciati della Marathon Castello di Pietrarossa
Step by step...ultimi ritocchi alla Marathon Castello di Pietrarossa
8487 visualizzazioni


Ultimi Aggiornamenti

A Moschiano cresce l’attesa per il battesimo della nuova Moschiano Race Marathon
Nonostante qualche piccola difficoltà, procede a pieno ritmo l’allestimento e la preparazione della Moschiano Race Marathon che, per questa edizione, vedrà un imponente sforzo organizzativo da parte della Moschiano Mtb Adventure.
Italia sull’Olimpo, anzi, sull’Olympia. Marzio Deho campione del mondo assoluto. Andrea Righettini e Stefano Dal Grande vincitori della Dolomitica Marathon
ulla linea di partenza della Pineta, nella mattinata di oggi, sabato 25 giugno, c’era il mondo. Trenta nazioni rappresentate, 800 i partenti.In palio c’era la maglia iridata per la categorie master mtb, quella maglia dal fascino irresistibile: indossarla è un sogno, viverla, un’avventura unica. Per tutti e per tutto il mondo.
La Thuile esalta Luca Braidot e Martina Berta Il friulano e Giada Specia nuovi campioni di IIS
Con il gran finale di La Thuile, sabato 25 giugno si è conclusa la stagione 2022 di Internazionali d’Italia Series, il più importante circuito italiano di Cross Country MTB, che anche quest’anno ha offerto gare e protagonisti ai massimi livelli della disciplina a livello mondiale negli appuntamenti di San Zeno di Montagna, Nalles e Capoliveri, fino alla conclusione in Valle d’Aosta.
L’iridata Richards torna in Italia: a La Thuile per puntare al tris
Si va ormai delineando il campo dei rider e delle formazioni ai nastri di partenza di La Thuile MTB Race, la quinta e ultima tappa di Internazionali d’Italia Series. Sabato 25 giugno in Valle d’Aosta ci sarà anche la Campionessa del Mondo Evie Richards, che a La Thuile in questi anni ha fatto percorso netto, dominando entrambe le edizioni fin qui disputate di un evento che quest’anno ha conquistato la categoria UCI HC.
Dolomitica 2022. Vi presentiamo i favoriti
L’emozione della vigilia di un Mondiale ha un nome, anzi dei nomi. Vediamo quali sono quelli da seguire e … inseguire domani a Pinzolo, sui percorsi della Dolomitica 2022 UCI Marathon Masters MTB World Championships.
Fruet presenta il finale di Valsugana Wild Ride: “Sentieri fantastici da veri biker”
Non sempre la discesa è la parte più facile di un percorso. Chi è abituato a macinare chilometri in mountain bike lo sa: molto spesso dopo la salita si nascondono le insidie di un tratto veloce e tecnico che può fare davvero la differenza.


Altre Notizie »