Vito Buono ritorna nel Team CarbonHubo




CarbonHuboConclusa la stagione 2017 con la vittoria della D’Annunzio Bike, Vito Buono ha detto addio al team NOB facendo ritorno al team Carbonhubo CMQ Infotre che lo aveva scoperto tra gli amatori del centro-sud Italia e portato a competere tra gli Elite di livello internazionale.

Vito Buono viene da una stagione veramente difficile e ce ne spiega la ragione:
“ho inziato la stagione con una buona forma, sfiorando la vittoria più volte, poi verso Maggio il buio. Alternavo giorni in cui mi sentivo forte a giorni in cui non avevo energia. Mi sono, allora, consultato con il mio team e abbiamo deciso di continuare l’attività ma probabilmente è stato un errore perché poi, quando ho scoperto di avere valori anormali che indicavano la presenza della mononucleosi, abbiamo capito le ragioni per cui mi trovavo in quella situazione. Mi sono quindi fermato, in attesa di tornare a valori normali; ma poi, quando ho ripreso la preparazione, ho avuto prima la bronchite e nei giorni precedenti la D’Annunzio sono caduto pesantemente rimediando una bella botta alla gamba destra. Grazie al mio fisioterapista ho avuto comunque la possibilità di correre e vincere alla presenza del mio prossimo team e dei miei futuri compagni”.

Hai anticipato la nostra domanda. Il tuo ritorno al team Carbonhubo come ce lo spieghi?
“E’ semplice da spiegare. Paolo Novaglio, Vittorio Oliva, Marco D’Agostino mio concittadino e Francesco Favale sono persone splendide ed il team Carbonhubo è una grande e accogliente famiglia. Fare un accordo è stata questione di un paio di minuti anche perché Novaglio è un appassionato di XC e GF: corse veloci ma spettacolari dove il corpo a corpo rende adrenalici gli eventi, il che si sposa con con le mie caratteristiche fisiche. Novaglio poi si fida della serietà dei propri atleti e quindi so di avere carta bianca sui programmi anche se so che dovrò dare il 100% per ricambiare il loro lavoro a la loro fiducia.”

Per quanti anni hai firmato e quali sono i tuoi obbiettivi?
“Voglio correre ancora due stagioni e poi mi dovrò dedicare al lavoro perché non sono più un ragazzino. Ho pero’ dei sassolini da togliermi e quindi ho scelto il team Carbonhubo perché so di poter svolgere l’attività nella massima serenità. Come obbiettivi ci sono alcune della migliori granfondo come Andora, Soave, Trevalli, ma farò anche qualche XCO internazionali dove dovrò ritornare a raffinare la tecnica. Spero in questi due anni anche di riuscire a partecipare ad un europeo e ad un mondiale con la nazionale italiana: chiaramente se il tracciato  consentirà di esprimermi!”

Non ci resta che augurare “in bocca al lupo” a Vito Buono per la prossima stagione.

Vito Buono


3381 visualizzazioni




Ultimi Aggiornamenti

Ritorna il Master Cross Selle SMP con 5 tappa internazionali
La stagione internazionale del ciclocross è partita ufficialmente in questi giorni in Europa, e l’Italia presenta il Master Cross Selle SMP Internazionale, circuito che compie quest’inverno 6 anni e raggruppa alcune gare “storiche” del ciclopratismo italiano.
MTB Latium Legend, domenica si corre la Marathon dei Monti Ausoni e del Lago di Fondi
Domenica 22 settembre riprende il circuito MTB Latium Legend con la 22/a edizione della Marathon dei Monti Ausoni e del Lago di Fondi, una prova che avrà a disposizione due percorsi agonistici, una Marathon e una Point to Point. Per il circuito laziale si tratta della penultima prova in calendario prima del gran finale che avrà luogo al Circeo sette giorni più tardi.
TPN: a Fondi il gran finale
Il Trofeo dei Parchi Naturali cala nuovamente il suo sipario a Fondi con la “Marathon dei Monti Ausoni e Lago di Fondi”. Un appuntamento, quello laziale, che nonostante l’età ha ancora nuove cose da dire e percorsi da far scoprire. Tracciati rinnovati e un anno di stop hanno sicuramente contribuito ad accendere l’attesa per il gran ritorno.
Ecco gli azzurri convocati per Grächen
Siamo ormai a pochissimi giorni dagli attesi Campionati del Mondo Marathon di Grächen, in programma domenica 22 settembre in Svizzera. I secondi mondiali Marathon organizzati dalla confederazione elvetica, che ospitò nel 2003 a Lugano Monte Tamaro proprio l'edizione inaugurale di questa disciplina, che è poi cresciuta negli anni creandosi un proprio spazio e calendario sulla scena internazionale del mondo offroad.
Gran finale a Fondi con la Marathon - Point to Point Monti Ausoni e Lago di Fondi
Dopo un anno di ritorna la Marathon - Point to Point Monti Ausoni e Lago di Fondi giunta alla 22° edizione e valida come tappa finale del circuito dei Parchi Naturali del Centro Sud e Terza tappa del Circuito Laziale Latium Legend. Molte le novità, a partire dal percorso Marathon, per tre quarti inedito rispetto all’edizione precedente.
Dall'incontro tra Kalos e MTB San Pietro Salis Bike nasce il Progetto Salento Ciclismo
Dopo tanti anni di attività dedicati al ciclismo giovanile , la Kalos Lecce e la Mtb San Pietro Salis Bike danno vita al Progetto Salento Ciclismo


Archivio completo »