Vesuvio Mountainbike Race

Vesuvio Mountainbike Race : in 650 tra i sentieri del Vesuvio

,
3540 visualizzazioni

Granfondo «Vesuvio Race Mountainbike»: vince il bresciano Efrem Bonelli del team Carbonhubo seguito sul podio dal conterraneo Vittorio Oliva dello stesso team, mentre il terzo posto è andato a Massimo Folcarelli del team laziale Race Mountain Folcarelli. Conclusa da poco la premiazione dei vincitori della prima gara nazionale di mountain bike sul Vesuvio, svoltasi per l’intera giornata di oggi tra i sentieri impervi del vulcano.

Si sono sfidati in 650 provenienti da tutta Italia per «Vesuvio Race Mountainbike», la granfondo di 46 chilometri per 1650 metri di dislivello positivo promossa e organizzata dall’ASD Vesuvio Mountainbike in sinergia con l’Ente Parco Nazionale del Vesuvio e la Federazione Ciclistica Italiana (FCI).

Accanto alla gara per professionisti, anche un tracciato per amatori, una sorta di percorso escursionistico per i meno allenati di 22 chilometri per 900 metri di dislivello. Partenza stamattina alle 9.30 da via Sotto ai Camaldoli, a Torre del Greco, e il percorso ha toccato 8 comuni vesuviani (Boscoreale, Boscotrecase, Ercolano, Ottaviano, San Giuseppe Vesuviano, Terzigno, Torre del Greco, Trecase) per poi ritornare presso il complesso «Valle dell’Orso» in via Giovanni XXIII a Torre del Greco. Rientro di tutti alle 17 circa, poi la premiazione dei vincitori.

Efram Bonelli ha vinto con il record di percorrenza di 02.15.30, seguito da Oliva con 02.17.56 e da Folcarelli con 02.18.22. Tra i partecipanti nomi importanti del mountain biking nazionale con, appunto, gli atleti del team bresciano Carbonhubo.com, del team laziale Folcarelli e partnership di rilievo come quella con il DYS Trophy Tour – circuito di gare nazionali a scopo benefico- e con il Brevetto dei Fiori dei Parchi Naturali 2017. Tra gli atleti campani in gara Pasquale Sirica, tra i più forti a livello regionale che si è classificato al decimo posto con tempo di percorrenza 02.28.52.

«Quando abbiamo fondato l’ASD Vesuvio Mountainbike unendo diverse realtà – ha detto il presidente Gerardo Ciampa- avevamo in mentre due obiettivi: il primo di creare una squadra che potesse competere a vari livelli, con una divisa unica che portasse scritto sulla maglia il nome “Vesuvio”; il secondo di organizzare una competizione nazionale dalle nostre parti, sul nostro Vesuvio. Dobbiamo ringraziare il presidente dell’Ente Parco, Agostino Casillo, che ci ha dato fiducia e tutti coloro che ci hanno sostenuto nell’organizzazione. E’ stata una gara spettacolare e la più grossa soddisfazione l’abbiamo ricevuta dai bikers del Nord che ci hanno detto che gare del genere dalle loro parti non se ne vedono. Meraviglioso vedere quella marea di bici sul Vesuvio con lo sfondo dei Golfi e delle isole e ricevere i complimenti da agonisti provenienti da tutto il paese».

L’Asd Vesuvio Mountain Bike ha instaurato gemellaggi con importanti realtà del mountain biking italiano come l’Amambruzzo, la Mainarde Race e l’Etna Marathon con cui ha creato il Trofeo dei Borbone e il Trofeo dei due Vulcani.

Classifiche Complete  |  Tutte le foto dell'Evento le trovi qui

3540 visualizzazioni



Ultimi Aggiornamenti


Pollino Marathon. Quando la signora chiama, D’Agostino risponde.

A Terranova di Pollino, Marco D’Agostino si è presentato puntuale all’appuntamento con il traguardo più ambito del Sud, quello della “Pollino Marathon”.


Trofeo Mediterrae verso la finale di Ottati

Sta per giunge al termine il trofeo Mediterrae 2017. La tappa Campana di Ottati, che si svolgerà domenica 25 giugno, decreterà i vincitori dell’edizione 2017.


Matrisciano firma la prima edizione della XC Laceno

L’altipiano del Laceno è sito circa 1050 metri sul livello del mare, ai piedi del Monte Cervialto, è una nota località scistica campana e tappa d'arrivo del Giro d’Italia 2012.


Pollino Marathon. Dove il profumo di ginestra si mescola al sudore

A 900 mt s.l.m., Terranova di Pollino, per il terzo anno consecutivo punto di partenza della Pollino Marathon, è quella che si dice una vera località di montagna.


Colpaccio finale di Mandelli e Belotti. Ma il "Lagorai" è di Toldo e Deganello

Due non è il doppio, ma il contrario di uno, della sua solitudine. Due è alleanza, filo doppio che non è spezzato (Erri De Luca).


Dolomiti Lagorai MTB Challenge atto 2°. Toldo e Deganello decisamente "Over the Top"

Oggi 111 km e 3456 metri di dislivello, i due vicentini sono sempre leaders. I due capiclassifica sommano 12h2’59”, con Fabio Belotti e Chiara Mandelli a 16’. Domani ultima tappa di 53 km con 2290 m. nel Lagorai centro-meridionale ed in Valsugana


Archivio completo »