Trofeo Mediterrae gran finale ad Ottati

Pietro Amelia

Sull’altopiano del rifugio Panormo, situato sul massiccio degli Alburni, nel cuore del parco Nazionale del Cilento, si è disputata domenica 25 giugno la prova conclusiva del trofeo Mediterrae edizione 2017.
Questa finale, come le altre tappe, ha registrato la presenza delle regioni maggiormente rappresentative del ciclismo offroad cross country del sud.


Pollino Marathon. Quando la signora chiama, D’Agostino risponde.

Elisabetta Ciminelli

A Terranova di Pollino, Marco D’Agostino si è presentato puntuale all’appuntamento con il traguardo più ambito del Sud, quello della “Pollino Marathon”. 
Con un tempo di 2h58’00’’ l’atleta della Carbonhubo, alla sua prima esperienza sul Pollino, ha anticipato tutti, rubando 3’28’’ a Mirko Farnisi (Team Lombardo Bike) e 9’29’’ a Giuseppe Cicciari (Special Bikers Team).


Trofeo Mediterrae verso la finale di Ottati

Pietro Amelia

Sta per giunge al termine il trofeo Mediterrae 2017.
La tappa Campana di Ottati, che si svolgerà domenica 25 giugno, decreterà i vincitori dell’edizione 2017.


Matrisciano firma la prima edizione della XC Laceno

Pietro Amelia

L’altipiano del Laceno è sito circa 1050 metri sul livello del mare, ai piedi del Monte Cervialto, è una nota località scistica campana e tappa d'arrivo del Giro d’Italia 2012.
Qui si è svolta domenica 18 Giugno la prima edizione della XC Laceno, gara di cross country valevole quale trofeo X-Cross e prova unica del Campionato Provinciale Avellino.


Pollino Marathon. Dove il profumo di ginestra si mescola al sudore

Elisabetta Ciminelli

A 900 mt s.l.m., Terranova di Pollino, per il terzo anno consecutivo punto di partenza della Pollino Marathon, è quella che si dice una vera località di montagna.
Stradine strette, boschi fitti, rocce a strapiombo e monti a farne da cornice, risaltano ai sensi di chi non è abituato a sentire il suono, il profumo e il sapore della natura. Sì, perché qui anche l’aria, soprattutto alle prime ore del mattino, ha un sapore: quel sapore frizzantino che la mattina ti inchioda al letto.


Colpaccio finale di Mandelli e Belotti. Ma il "Lagorai" è di Toldo e Deganello

Newspower

Due non è il doppio, ma il contrario di uno, della sua solitudine. Due è alleanza, filo doppio che non è spezzato (Erri De Luca).
Le gare a coppie sono sempre spettacolari e lasciano col fiato sospeso fino all’ultimo. Quelle con la mountain bike sono rare, ma è evidente che il successo di una coppia non è dato dagli spunti di un componente o dell’altro. Pedalare in due e vincere non è proprio facile. Se ne sono accorti Massimiliano Toldo e Denis Deganello, vincitori oggi in Trentino della seconda edizione del Dolomiti Lagorai MTB Challenge, ma secondi oggi sul traguardo di Roncegno.


Dolomiti Lagorai MTB Challenge atto 2°. Toldo e Deganello decisamente "Over the Top"

Newspower

Se la prima era buona… la seconda è ancora meglio! La tappa odierna del Dolomiti Lagorai MTB Challenge è stata una cavalcata di 111 km con 3456 metri di dislivello, con i bikers ad “esplorare” il Lagorai Centrale, il Vanoi ed il Tesino, ma con partenza ed arrivo in Valsugana, a Roncegno Terme (TN).


Il Lagorai chiama, i bikers rispondono. “Urlo” di Toldo e Deganello a Roncegno

Newspower

Buona la prima! Oggi si è alzato il sipario, con la prima tappa, del Dolomiti Lagorai MTB Challenge, l’evento a coppie che terrà banco fino a domenica nei territori trentini della Valsugana, Valle dei Mocheni, Vanoi e Tesino, sempre all’ombra della Catena del Lagorai con partenza ed arrivo a Roncegno (TN).


Dolomiti Lagorai MTB Challenge a Roncegno (TN). Tre supertappe fra i boschi del Trentino

Newspower

Bikers siete pronti? Da venerdì a domenica prossima in Trentino scatta finalmente il Dolomiti Lagorai MTB Challenge, una sfida per veri competitors, che concede ancora davvero pochi giorni per iscriversi.
I percorsi ideati e creati dal GS Lagorai faranno percorrere da un minimo di 75 ad un massimo di 125 km al giorno, con dislivelli da 2000 a 3500 metri da affrontare giornalmente, in una gara che è “un ritorno” dopo due anni di pausa dalla prima edizione.